Archivi per la categoria ‘Senza categoria’

PostHeaderIcon LUNGHE OMBRE DI CRISI SI ALLUNGANO SUL VIEUSSEUX

20.03.18 – 13:30

CDP Pontassive – Vieusseux  2-1 (1-0)

Rete: Liperoti (rig) al 55′

Arbitro voto 6 , difficile dirigere una gara in un clima da corrida come quello creato da padroni di casa.

Vieusseux:

Ferraro 6, Ostuni 6, Lazzeroni 6, Armillei SV (10′ Biancalana 6), Dafichi 6, Matteucci 5,5 (72′ Gabbrielli SV), Barberi 6, Fedi 5,5, Liperoti 5,5, Quattrocchi 6,6, Carisio 5,5 ; a disp: Severi, Piccini; all: Benedetti

Commento

Alla quarta sconfitta consecutiva e’ arrivato in tempo di fare una profonda e ponderata riflessione sul campionato del Vieusseux. E’ vero che anche ieri sono arrivate le squalifiche di Galletti e Beneduce ad allungare la lista degli assenti e che, dopo solo 10 minuti, si e’ infortunato Armillei, forse l’unico centrocampista capace di dare i tempi giusti alla squadra, ma e’ anche vero che si e’ giocato un tempo intero in superiorità numerica e, proprio in tale favorevole situazione, si e’ subito il gol della sconfitta, per la terza volta in 4 gare dopo aver recuperato lo svantaggio iniziale.

Le ultime 4 uscite hanno di fatto vanificato quanto costruito in precedenza, ormai il gruppo e’ ampiamente rientrato sul Vieusseux e sarà veramente dura la lotta per l’ultimo posto valido ai fini dei play off. Sia nel caso di buone o meno buone  prestazioni il risultato e’ sempre stato lo stesso e , soprattutto,  vi sono stati aspetti negativi molto simili da approfondire.

In primo luogo il rapporto tra occasioni create e gol realizzati e’ assolutamente negativo, tanto per fare un esempio anche ieri sera, nonostante 6 limpide palle gol siamo stati capaci di segnare solo su calcio di rigore, confermando una mancanza di lucidità e fredda cinicità davanti alla porta avversaria, mentre, al contrario i nostri avversari hanno percentuali di realizzazione altissime e riescono bravamente a sfruttare ogni minima occasione, sopratutto sui calci da fermo, che stanno diventando il vero tallone di achille per il Vieusseux.

Poi c’e’ anche da valutare l’incapacità di fare gioco quando si incontrano squadra poco propense al gioco manovrato e questo puo’ essere sinonimo di poca personalità nel provare ad imporre il proprio gioco ed a mettere la palla a terra quando gli avversari tendono a giocare come suol dirsi “a pallate”. Ovvio che, così facendo, si annullano le qualità tecniche e ci si consegna al batti e ribatti che appare assolutamente non consono alle nostre caratteristiche. Qui va fatto uno sforzo  per cercare di muoversi di piu’ senza palla onde dare al compagno che inizia l’azione piu’ opzioni di appoggio in fase di costruzione, senza costringerlo al lancio, spesso preda degli avversari.

Da ultimo, quello che invece e’ un aspetto positivo, ovvero il non accontentarsi di aver magari raggiunto il pareggio dopo essere passati in svantaggio (a volte doppio), per cercare la vittoria, in questo periodo si sta rivelando un arma a doppio taglio, perche’ gli avversari hanno sempre trovato il gol decisivo nel finale, quando parevano sul punto di crollare. Valutando a fondo quanto accaduto, qui pare che si tratti piu’ di casualità o di errori individuali che di altro.

Tornando alla gara di ieri sera, disputata sul sintetico di Molin del Piano, le scelte sono praticamente obbligate nel 4-4-2 iniziale con Biancalana, uscito malconcio venerdì , che si accomoda  in una panchina ridotta ai minimi termini e con solo 3 elementi utilizzabili (piccini e’ presente per fare numero).

L’inizio di gara sembra favorevole, la manovra e’ abbastanza sciolta e la squadra arriva con relativa facilità alla conclusione: prima e’ Lazzeroni a mettere alto di testa su corner, poi, nel giro di pochi minuti capitano 2 grosse occasioni a Liperoti e Quattrocchi, i quali a contatto con il portiere avversario non riescono a batterlo dando il via al festival di gol sbagliati.

Armillei prende un colpo sulla caviglia, già dolorante dalla gara con il san Quirico, e, mentre e’ a bordo campo in procinto di essere sostituito da Biancalana, il pontassieve va in vantaggio di testa su corner, con Matteucci che si fa prendere il tempo dal diretto avversario.

L’ingresso di Biancalana sbilancia ancor di piu’ il Vieusseux, che, da quel momento si  adatta colpevolmente al gioco avversario fatto di lanci senza fronzoli in tutte le zone del campo, dove i giocatori di casa aggrediscono il pallone e spesso anticipano quelli del Vieusseux, che per quasi tutto il primo tempo non trovano piu’ il bandolo della matassa, nonostante un’altra buona occasione capiti a Barberi, anche lui frenato dal portiere in uscita volante. Verso lo scadere il Pontassieve rimane in 10 per l’espulsione di un suo giocatore per fallo da dietro a centrocampo ed inizia a dare vita ad una continua protesta collettiva verso il D.G. ed i suoi assistenti.

La ripresa si apre con il Vieusseux che attacca alla ricerca del apri pur continuando a giocare con paoca lucidità.

Al 15′  Liperoti  lanciato in area , viene travolto da due avversari ed il C.L. indica all’arbitro il rigore che viene concesso. Si scatena ancor di piu’ una gazzarra con giocatori e tecnici del Pontassieve che assediano  il C.L. lamentando un ipotetico fuorigioco del centravanti ospite. Dopo un paio di minuti di proteste , Liperoti realizza il penalty del pari che potrebbe spianare la strada per la vittoria del Vieusseux, ma in campo le cose non cambiano di molto; i giocatori del Pontassieve continuano la loro gara con impeto ed impegno massimale dando fondo a tutte le loro energie  e mantenendo la tensione molto alta (sia chiaro solo verbalmente e mai senza trascendere in comportamenti violenti), mentre il Vieusseux, anziche’ sfruttare questa situazione psicologicamente favorevole, continua a far fatica nel giro palla con evidenti errori sia nel controllo della palla che nella misura dei passaggi.  Tra il 25′ ed il 30′ finalmente il Vieusseux riesce a costruire due buone azioni rifinite con assist per Liperoti, il quale, però, prima spara alto  pur essendo completamente libero a centro area e pi si allarga troppo cercando l’appoggio anziche’ la conclusione personale. Come venerdì scorso con il San Miniato, dopo le clamorose occasioni di Barberi sul 2-2, sinistri presagi si addensano sul Vieusseux, che si materializzano in incubo vero e proprio, quando al 32′ Quattrochi perde palla nel cerchio di centrocampo e viene innescato l’attaccante verso la porta di Ferraro, lo stesso attaccamnet con furbizia sbilancia Matteucci e, sul recupero di Ostuni calcia cadendo con il pallone colpito chissa’ come che assume una traittoria incerdibile che termina la sua corsa nell’angolino alla sinistra di Ferraro.

Frittata fatta, non resta molto a disposizione per recuperare e le speranze si dileguano su un bel tiro di Fedi che sfiora Biancalana e termina sul fondo.

Sconfitta pesantissima che va ad aggiungersi alle tre precedenti e sopratutto per il modo con  il quale e’ maturata.

La ricetta per uscire da questa impasse prolungata non puo’ essere che quella di allenarsi con impegno, mantenere lucidità e calma e sopratutto non perdere la fiducia nei propri mezzi facendo leva sulla compattezza e la forza del gruppo che appare  molto unito per se miomentaneamente abbattuto.

Ringrazio personalmente il Capitano ed i  ragazzi che per festeggiare il mio compleanno avevano portato lo spumante (rigorosamente tenuto nascosto sino alla fine) per un brindisi che, nonostante la sconfitta , mi ha fatto molto piacere,  sicuro che mi avrebbero dedicato ben volentieri la vittoria ed erano molto dispiaciuti per non esserci riusciti. (Mister)

Giovedì allenamento da affrontare con voglia, ma soprattutto con la massima concentrazione per ritrovare la strada della vittoria già dalla prossima gara in programma martedì 27 contro la Rosa Blu Zeus all’Affrico dove non saranno ammessi altri passi falsi.

A.D.Vieusseux Calcio



PostHeaderIcon straordinari…nonostante l’immeritato 2-3

18.03.18 – 19:20

Vieusseux – San Miniato 2-3 (0-1)

Reti: 35′ SM, 45′ V. aut., 53′ Barberi, 68′ SM, 80+3 SM

Arbitro: voto 6,5  lascia giocare e fischia in modo equanime.

Vieusseux

Versari 7, Ostuni 7,5, Lazzeroni 7, Beneduce 7, Righi 7, Dafichi 7, Barberi 8, Fedi 7, Biancalana 7,5 (75′ Severi SV), Galletti 6,5 (31′ Suriano 6,5); a disp: Metafonti M, Metafonti R., Antonini, Ranieri, Piccini, Zeroni; all: Benedetti

Commento:

Molti dicono che in una partita di calcio conti solo il risultato, spesso i commenti sono influenzati dal risultato, ma si tratta di valutazioni spesso superficiali, a volte anche le sconfitte possono contenere degli aspetti positivi, la cosa veramente importante e’ “come si perde” e cosa lascia dietro di se’ una sconfitta. Nel caso del 2-3 , maturato nell’ultimo minuto di recupero, con il San Miniato, al di la’ di una comprensibile amarezza, rimane la certezza di un gruppo con dei valori morali ed anche comportamentali veramente alti e la consapevolezza che il processo di crescita di questa squadra va avanti. Dopo tre sconfitte consecutive molti penseranno ad una squadra allo sbando, in crisi tecnico atletica, beh, liberi di farlo, anzi invitiamo i nostri avversari a pensarlo, probabilmente si troveranno di fronte un leone sì ferito, ma per questo ancora piu’ pericoloso se viene avvicinato.

Ma siamo giunti forse troppo presto ai giudizi ed alle conclusioni, riavvolgendo il filo e tornando al pre partita, la situazione si presentava non certo favorevole al Vieusseux.

prima di tutto  l’avversario era di quelli da prendere con le molle, in uno stato di grazia visti gli ultimi risultati e la eccezionale posizione in classifica; poi le assenze, alcune previste, altre meno: Quattrocchi, Liperoti, Armillei, Gadducci, Portomeo, Piccini, Fioretti, Gabbrielli, Caputo (senza tener conto dei lungodegenti Baroni e Trimboli); Galletti va in campo in condizioni precarie per una contrattura rimediata in allenamento e la panchina risulta composta da giocatori praticamente inutilizzabili per guai fisici o “per limiti di eta’” e con  Suriano e  Severi con pochissimi minuti nelle gambe quest’anno.

Ma, come al solito, nessun rimpianto e nessuna scusa, la squadra va in campo quadrata e disposta al sacrificio con Ostuni “inventato” terzino” solo la sera prima in allenamento e con il 4-4-2 piu’ rigido che si possa immaginare.

Il primo tempo e’ la fotocopia di quello con il San Quirico, gran pressing a tutto campo, massima attenzione a non lasciare spazio alle giocate avversarie e qualche tentativi di ripartenza, ma senza mai trovare la profondità giusta.

L’applicazione della squadra e’ perfetta, il san Miniato vede bloccate tutte le sue fonti di gioco e praticamente non e’ mai pericoloso se non in una occasione su un pallone filtrante sul quale, l’uscita di Versari, induce all’errore l’attaccante; dall’altra parte a seguito di buona pressione ha una buona occasione Galletti, ma la gamba non gira al massimo, ed il 10 riesce solo a toccare la palla che va sul fondo (siamo certi che un galletti al 100% avrebbe raggiunto il pallone e fatto molto male agli avversari…). Quando il p.t. sta per finire, un piccolo, ma decisivo errore nel raddoppio a centrocampo tra Barberi e Fedi, permette un veloce uno-due agli avversari che trovano l’imbucata giusta in area ed il gol del vantaggio, con flebili proteste per un fuorigioco che pare non esserci. Per dovere di cronaca, verso metà tempo, c’era stato un piu’ che sospetto intervento di Dafichi in area su di un avversario, ma il D.G. non aveva concesso il penalty.

Nel frattempo, galletti era stato costretto a lasciare il campo al 31′, per il riacutizzarsi del problema ai flessori ed era stato sostituito, anche nelle funzioni di seconda punta alle spalle di Biancalana, da Seuriano.

Nell’intervallo il Mister opera una unica, ma che poi si rivelerà decisiva (purtroppo solo parzialmente per il risultato) variazione, ovvero l’avanzamento di Barberi al fianco di Biancalana con l’arretramento in fascia di Suriano.

Pronti via ed il Vieusseux appare trasformato, riconquista palla e riparte in profondità, dove il movimento delle due punte  e’ costante e permette di arrivare al tiro con inaspettata frequenza e pericolosità. Va segnalato, inoltre, che Ostuni si sta rivelando un terzino di assoluto valore, reattivo, attento e dotato di tecnica per far ripartire l’azione, una scoperta che farà sicuramente comodo per il proseguo del campionato.

Il pari arriva grazie ad una bella azione di Barberi che manda  a spasso il diretto avvereario, va sul fondo e rimette in mezzo dove trova la deviazione di un difensore che mette dentro: 1-1; lo stesso Barberi viene poi atterrato in area, ma anche in questa occasione il D.G. non fa una piega.

Il san Miniato appare sorpreso dalla trasformazione del Vieusseux e non arriva mai dalle parti di Versari in questa fase di gara e così su rilancio (anzi spazzata vera e propria) di beneduce, Biancalana si produce in uno stop volante e serve Barberi che si incunea in area e batte il portiere per un clamoroso 2-1, e’ il 13′, partita ribaltata, ma c’e’ troppo tempo.

Il Vieusseux non molla, il San Miniato opera alcuni cambi, ma solo nell’ultimo quarto d’ora inizia a farsi veramente pericoloso, prima impegna Versari con un rasoterra, ben parato, conquista alcuni angoli e trova il pari alò termine di una splendida azione, culminata con cross da destra e stacco imperioso che manda la palla contro traversa e palo e poi in gol.

Ci si aspetta il crollo, i ragazzi hanno dato tutto e diventa anche difficile trovare soluzioni alternative, anche perche’ e0 difficilissimo trovare qualcuno da togliere dal campo.

Il Vieusseux non ci sta, ma la dea bendata gli volge le spalle, Barberi, sempre lui, spara un bolide dal limite con la palla che cala verso la porta e, forse leggermente toccata dal portiere, sbatte sotto la traversa interna per poi tornare maledettamente in campo, sarebbe stato un vero eurogol…

Ma non e’ fini, perche’ lo scatenato Barberi sfugge ancora sulla sinistra e conclude in diagonale sfiorando il palo.

Siamo agli ultimi minuti, Il san Miniato ci prova ora con veemenza e Versari e’ bravissimo in due occasioni a dire di no ai tiri avversari, ma, proprio al termine del recupero, una scivolata con rimpallo su Lazzeroni fa terminare la palla in angolo, che viene battuto, arriva un alto cross sul quale saltano in diversi, la palla viene forse sfiorata da Righi ed arriva il colpo di testa vincente del San Miniato per l’esultanza degli ospiti e la rabbia (e’ dir poco) del Vieusseux per una sconfitta onestamente immeritata (a nostro parere per quello visto in campo anche il pari stava stretto…).

Ma il calcio e’ così, a volte  e’ veramente spietato e lascia sentenze ingiuste. Magari ricordando la vittoria in casa del B.G. si puo’ anche pensare alla legge del contrappasso, ma speriamo che il vento di questi ultimi tempi cambi alla svelta.

Alla fine rimane una prestazione tutto cuore straordinaria dei ragazzi che sono scesi in campo (supportati psicologicamente da tutta la panchina), tutti ampiamente oltre la sufficienza, ma da evidenziare le prestazioni di ostuni, Biancalana e il superlativo Barberi .

Lunedì si va a Molin del Piano , andrà in campo l’ennesiva formazione diversa, ma l’unica cosa che non cambierà sarà lo spirito di questo meraviglioso gruppo e, ne siamo certi i risultati arriveranno, il campionato e’ ancora lungo, i nostri avversari non si facciano illusioni: il Vieusseux e’ piu’ vivo che mai.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon convocazioni

16.03.18 – 16:50

Convocazione gara Vs/ Pontassieve del 19 marzo

Ritrovo: campo Molin Del Piano ore 20,15

Lista cpnvocati:

1.Ferraro Yuri

2.Caputo Luca

3.dafichi Tommaso

4.matteucci stefano

5.lazzeroni tommaso

6..armillei claudio

7.fedi giacomo

8.beneduce ciro

9.carisio andrea

10.gabbrielli simone

11.galletti giovanni

12.biancalana uonathan

13.barberi francesco

14.ostuni alessandro

15.liperoti gaetano

16.metafonti maurizio

17.quattrocchi simone

18.severi emiliano

Sono possibili variazioni a seguito della gara di questa sera Vs/San Miniato.

A.D. Vieusseux Calcio



PostHeaderIcon CONVOCAZIONI

15.03.18 – 17:30

Convocazionr gara Vs/San Miniato di Venerdì 16 marzo

Ritrovo: ore 20,30 campo Cerreti

Lista convocati:

1.versari vieri

2.dafichi tommaso

3.lazzeroni tommaso

4.matteucci stefano

5.portomeo daniele

6.ranieri andrea

7.righi marco

8.beneduce ciro

9.fedi giacomo

10.carisio andrea

11.severi emiliano

12.suriano federico

13.barberi francesco

14.biancalana jonatahn

15.galletti giovanni

16.antonini paolo

17.ostuni alessandro

18 e 19  dopo valutazione condizioni  Gadducci

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon programma

14.03.18 – 19:00

Programma

Giovedì 15 allenamento al Cerreti ore 21,00

Venerdì 16 gara vs/San Miniato Cerreti ore 21,30

Lunedì 19 gara vs/Pontassieve Molin del Piano

Giovedì 22 allenamento Cerreti ore 21,00

Martedì 27 gara Vs/Rosa Blu Affrico

Giovedì 29 allenamento Cerreti ore 21,00

Mercoledì 4 gara Vs/Fiorenza ore 21,30

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon vieusseux-san quirico una disfatta (0-4) che brucia

13.03.18 – 17:00

Vieusseux – San Quirico 0-4 (0-0)

Reti: SQ 50′, 54′, 61′ 74′

Arbitro:  valutazione 6

Vieusseux

Caputo 5,5, Portomeo 5 (61′ Fedi 5,5), Lazzeroni 6, Armillei 6 (61′ Galletti 6), Dafichi 6, Righi 6 (70′ Matteucci  sv), Barberi 6 (65′ Biancalana 6), Beneduce 5,5 (65′ Suriano 6), Liperoti 6, Quattrocchi 6 (73′ Ostuni SV), Gadducci 6; a disp:  Carisio, Gabbrielli; all: Benedetti

Commento

La voglia di rivincita, dopo la sconfitta alla Lastra, non mancava certo, la partita era di quelle che si preparano da sole dato il nome dell’avversario, non si contavano assenze di rilievo tra i convocabili, a parte il convalescente Piccini, Fioretti e Bravi, ma attorno alla squadra si respira un’aria strana, come se avesse perso quella spinta positiva  guadagnata sul campo da gennaio in poi.

Nonostante tutto, la formazione prescelta (4-3-3) appare piuttosto solida ed in grado di infastidire gli avversari. La gara e’ stata preparata per contrapporre al san Quirico  forza e velocità  sul breve, in modo da attuare un pressing a tutto campo.

L’obiettivo viene centrato in pieno, in quanto, nella prima frazione di gioco, si assiste ad una lotta su ogni pallone, a chiusure efficaci di tutti gli spazi, a contrasti energici ed a tentativi di ripartenze. I due portieri godono di 40 minuti di relax, non si contano occasioni pericolose da entrambe le parti, solo qualche abbozzo di azione o qualche conclusione dalla distanza, tutte abbondantemente a lato ad eccezione di una traversa superiore colta dal san quirico, ma con Caputo assolutamente sulla traiettoria, tanto che viene concesso un inessistente corner, ma niente di piu0.

E’ evidente che l’equilibrio puo’ essere rotto solo da un episodio casuale, da una disattenzione, da un errore e, purtroppo, nonostante, quasi fosse una premonizione cio’ che il mister dice nell’inteervallo, una errata impostazione da dietro consegna le chiavi della gara al san Quirico.

Corre il 10′ del s.t., il Vieusseux riparte con palla a terra sulla destra, Portomeo appoggia corto su Righi, si inserisce un avversario che scarica al centro e la frittata e’ fatta.

Nemche il tempo per riorganizzare una reazione, passano pochi minuti e, da rimessa laterale, la palla arriva nell’area piccola e l’attaccante anticpa Caputo e mette dentro: game over !

La squadra si svuota sia moralmente che fisicamente, alcuni hanno preso brutti colpi (Armillei-Barberi) e, proprio al momento dei cambi, arriva il terzo gol senza che venga opposta  alcuna resistenza agli avversari. Di conseguenza i cambi, programmati per dare freschezza nel s.t. (Galletti-Fedi-Suriano-Biancalana) non possono piu’ incidere ed il loro ingresso serve solo per fargli fare minuti e togliere gli acciaccati. In parole povere l’uno due del San Quirico (gentilmente offerto su piatto d’argento) ha fatto alzare bandiera bianca al punto che i gol  diventano 4  e fissano l’umiliante punteggio con il quale finisce la gara.

Il Commento, per 50 minuti , si limita a descrivere una lotta su ogni pallone senza poter far cenno di alcuna azione degna di nota, e questo fa ancora piu’ rabbia se si pensa al risultato finale,  quello che va analizzato, semmai, e’ il crollo del Vieusseux dopo aver subito il gol dello svantaggio, come se un senso di impotenza si fosse impossessato della squadra.

L’analisi fatta sino ad ora e’ solo la fredda fotografia dell’accaduto, sbagliare capita a tutti, anche a livelli piu’ elevati, l’importante sarà non ricaderci. il A1 si rischia sempre di pagare un prezzo salato.

Purtroppo non c’e’ neppure il tempo per leccarsi le ferite che tra venerdì e lunedì arrivano altre due gare, la prima in casa con il lanciatissimo San Miniato, la seconda a Molin del Piano con il Pontassieve.

C’e’ da compattarsi e, con calma e lucidità, cercare di superare il momento difficile e recuperare uomini e condizione collettiva, il, campionato e’ ancora lungo ed abbiamo ancora molto da dire da qui alla fine della stagione.

Giovedì prevista una sgambata al Cerreti per valutare le condizioni degli incerti e capire chi potrà andare in campo Venerdì.

Niente e’ compromesso, basta riavviare il motore  e ripartire, avanti Vieusseux!

A.D.Vieusseux Calcio

PostHeaderIcon convocazione

09.03.18 – 17:15

Convocazione gara vs/ San Quirico di Lunedì 12 marzo

Ritrovo: campo Cerreti ore 20,30  PUNTUALI

Lista convocati

1.caputo luca

2.dafichi tommaso

3.fioretti lorenzo

4.gadducci dimitri

5.matteucci stefano

6.lazzeroni tommaso

7.portomeo daniele

8.righi marco

9.armillei claudio

10.beneduce ciro

11.carisio andrea

12.fedi giacomo

13.gabbrielli simone

14.galletti giovanni

15.barberi francesco

16.biancalana jonathan

17.liperoti gaetano

18.quattrocchi simone

19.suriano federico

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

VS


PostHeaderIcon SVEGLIA VIEUSSEUX, IL CAMPIONATO E’ RIPARTITO ! 2-3 CON I BISCIONI.

09.03.18 -12:40

Biscioni – Vieusseux 3-2 (2-1)

Reti: 42′ Righi, 54′ Liperoti

Vieusseux

Versari 6 (41′ Ferraro 6,5), Portomeo 5,5 ( 67′ Matteucci SV), Gadducci 6, Armillei 6, Beneduce 5,5, Righi 6, Biancalana 5,5 (67′ Barberi SV), Carisio 6 (54′ Fedi 5,5), Liperoti 6+, Quattrocchi 6, Galletti 6; a disp: Fioretti, Severi, Bravi, Metafonti R.; all.: Benedetti

Arbitro: valutazione 5,5: al Vieusseux manca un rigore mentre nel s.t. troppi fischi a suo carico. Non incide comunque sul risultato.

Commento

Il rischio di perdere  la spinta positiva determinata dai risultati di gennaio, sia da un punto di vista psicologico che da quello atletico erano concreti, le lunghe soste non favoriscono mai chi ha il vento in poppa, ma e’ certo che lla situazione andava  gestita con piu’ attenzione, magari evitando la completa inattività della scorsa settimana.

Senza cercare attenuanti eccessive, va pure ricordato che la difesa era orfana di Baroni, Piccini, Dafichi , Ranieri e Lazzeroni ed alcuni potenziali sostituti (Fioretti e Matteucci) devono ancora recuperare una condizione accettabile, tanto che la scelta iniziale da parte del Mister prevede un reparto difensivo assolutamente inedito con l’inserimento di Gadducci e Beneduce, confidando in una migliore “gamba” dei due.

Nel pre partita da’ forfeit anche Barberi per febbre.

La squadra va in campo schierata, quindi, con il 4-3-3 già utilizzato in precedenza.

Si parte, anzi i Boscioni partono, mentre il Vieusseux rimane  ai blocchi di partenza e subisce due inbucate nei primi conque minuti  che lo fanno sprofondare in un clamoroso 0-2 senza neppure accorgersene. La shock e’ notevole, la squadra non riesce proprio a reagire ed, a parte un tentativo di Liperati che spara fuori in diagonale, gli avversari maramaldeggiano a loro piacimento trovando varchi e soluzioni offensive.

Il punteggio potrebbe ancora dilatarsi se i Biscioni sfruttassero un calcio di rigore, fortunatamente parato da Versari, bravo nell’occasione ad intuire la battuta del n. 10 avversario, e se, Beneduce non salvasse miracolosamente un altro gol fatto.

Verso la mezzora solita soluzione di emergenza con il passaggio al 4-4-1-1 per cercare di dare un minimo di equilibrio al gioco e coprire meglio gli spazi, sino ad allora troppo ampi tra i reparti.

Nella fase finale del tempo qualche segnale di reazione, sopratutto di orgoglio che portano il Vieusseux ad avvicinarsi alla porta avversaria pur senza impegnare il portiere piu’ di tanto. Quando il tempo sta per finire, su azione di corner da destra, Armillei sbaglia la conclusione servendo un involontario assist a Righi che mette dentro il gol della speranza.

L’intervallo serve piu’ che altro per rimettere a posto  la testa dei giocatori, tanto che al rientro in campo non ci sono cambi ne’ di uomini ne’ di tattica.

Il Vieusseux parte meglio e gioca un buon quarto d’ ora, i padroni di casa sembrano calare e concedono ora piu’ spazi, al 9′ Liperoti viene spinto piuttosto nettamente in area, ma il D.G. non batte ciglio ed ignora le proteste dei biancorossi, ma e’ il preludio al pareggio che, lo stesso centravanti, realizza con un pregevole pallonetto dopo la migliore azione corale che porta all’assist di quattrocchi.

Siamo al 54′ ed il risultato torna clamorosamente in equilibrio, impensabile solo qualche minuto prima. situazione totalmente rovesciata in campo, dove, nel frattempo, avevano fatto il loro ingresso il portiere Ferraro (settimo portiere dell’ anno……….un vero e proprio record) e Fedi al posto di carisio.

Il Vieusseux fiuta il sorpasso e ci va molto vicino con Galletti che batte di prima al termine di una velocissima ripartenza, ma il pallone accarezza il palo a portiere battuto e finisce sul fondo. Siamo intorno alla metà del s.t. e la gara gira di nuovo con i Biscioni che trovano la forza di riemergere e tornare ad attaccare con il Vieusseux che tende a disunirsi dopo il buon inizio di ripresa. Ferraro e’ bravo a deviare volando alla sua sinistra, una forte conclusione dal limite, poi ad uscire con successo sull’attaccante lanciato a rete, ma niente puo’ alla mezzora, sul preciso e potente colpo di testa dell’attaccante che incorna un perfetto  cross dalla destra.

Il Vieusseux tenta di recuperare  nei minuti finali, ma senza molto costrutto e, salvo un paio di traversoni non arriva ad impensierire Zanobetti.

Si infrange cos’ alla Guardiana l’imbattibilità del Vieusseux che durava da cinque turni e, onestamente, si deve ammettere che il risultato e’ giusto per quanto si e’ visto in campo.

le responsabilità di questo passo falso sono un po’ da condividere tra tutte le componenti del gruppo , non solo i giocatori, ma anche tecnico e staff che probabilmente non hanno saputo preparare al meglio la ripresa agonistica del campionato, approccio e scelte tecniche questa volta non sono parse ineccepibili. Ed e’ giusto ammettere che si vince e si perde tutti assieme.

E tutti assieme dobbiamo immediatamente recuperare forze psicofisiche per affrontare un vero tour de force che ci vedrà impegnati in 3 gare nel giro di 1 settimana, ci aspettano nell’ordine San Quirico, San Minuato e Pontassieve che non ammettono altri cali di tensione. Sicuri per lunedì i recuperi di  alcuni elementi, da valutare le condizioni di altri.

Da segnalare, nonostante la bruciante sconfitta, la compostezza , sia durante la gara che nel post partita di entrambe le squadre in una giornata molto particolare e segnata dal lutto per la scomparsa del Capitano viola DAVIDE ASTORI.

Tra stasera e domani le convocazioni per la gara di lunedì vs/San Quirico.

A.D.Vieusseux Calcio



PostHeaderIcon un sentimento che unisce

Difficile aggiungere qualcosa a quanto già sentito o scritto sulla drammatica scomparsa di Davide Astori, figlio, compagno, padre e, per ultimo, Capitano della Fiorentina. Sulla persona, sull’uomo parlano le innumerevoli testimonianze di tutti coloro che lo conoscevano, direttamente o indirettamente, a dimostrazione che cio’ che Davide ha seminato intorno a se’ nella sua troppo breve storia di vita e’ veramente qualcosa di straordinario. Ed ancora piu’ straordinario e’ il fatto che lo abbia fatto nel modo piu’ naturale del mondo, senza mai apparire sulla ribalta della scena, come accade spesso ai personaggi famosi.

L’esplosione di sentimenti, di belle parole che scorrono come fiumi  in piena stanno a dimostrare che Davide era e rimarrà un grande.

Quello che ci sentiamo  di condividere, nel piccolo cosmo della nostra esperienza di gruppo che fa calcio,  sono le sensazioni, le emozioni che possono aver provato i suoi compagni di squadra, il suo allenatore, chi gravita nello spogliatoi in genere.

Quello che si vive dentro uno spogliatoi di calcio e’ un po’ uguale dappertutto, si fanno piu’ o meno le stesse cose, le stesse battute, ci si frequenta e ci si prende in giro cementando dei rapporti di amicizia, di fratellanza, di gruppo che assomigliano ad una famiglia allargata; ed all’interno di questa famiglia si riconoscono subito le persone che hanno carisma, che portano positività,  che attirano il rispetto di tutti senza che questo sia imposto da nessuno, avviene in modo naturale e questo rispetto rimane per sempre, anche se le porte girevoli di una squadra di calcio lo portano ad uscire dal gruppo per entrare in un altro.

Queste persone sono travi portanti per il gruppo, per l’allenatore e per la società e solo chi vive nel quotidiano la squadra lo avverte con immediatezza, senza neanche il bisogno di renderlo pubblico. Astori era uno di queste persone , un esempio per tutti coloro che inseguono un risultato di squadra attraverso l’equilibrio, la sensibilità verso i compagni, che significa spronarli o consolarli a seconda della situazione, la presenza costante sulla quale poter sempre contare.

Per questo la sua prematura ed incredibile scomparsa ci ha colpito in modo da lasciarci senza fiato e con un groppo in gola che non se ne vuole andare e che, ogni volta che pensiamo anche alla sua famiglia, ed alla sua bimba di due anni in particolare, ci fa versare tante sincere lacrime.

Poi ci sarebbe anche da dire qualcosa su come Firenze tutta ha reagito a questa tragedia, unendosi in un abbraccio universale, ma chi e’ fiorentino, tifoso viola in particolare sa che la Fiorentina e tutti i suoi componenti, in qualsiasi momento della sua storia, sono  un  qualcosa di nostro, come se fossero  membri aggiunti della famiglia. Firenze sa essere straordinaria nei momenti difficili, sa unirsi come nessun’altra città al mondo, e potrà sicuramente aiutare chi in qeesto momento ne ha veramente bisogno.

Ciao Davide, ciao Capitano ci hai indicato la via con il tuo  modo di essere,  nel nostro piccolo cercheremo di onorarti  seguendo il tuo esempio.

Vieusseux Calcio

PostHeaderIcon convocazione

07.03.18 -13:00

Convocazione gara Vs/ CL Biscioni

Ritrovo:  ore 20,15 campo La Guardiana di Lastra asigna

Lista convocati:

1.versari vieri

2.beneduce ciro

3.fioretti lorenzo

4.gadducci dimitri

5.matteucci stefano

6.portomeo daniele

7.righi marco

8.armillei claudio

9.bravi luca

10.carisio andrea

11.fedi giacomo

12.galletti giovanni

13.XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

14.severi emiliano

15.quattrocchi simone

16.barberi francesco

17.biancalana jonathan

18.liperoti gaetano

19.metafonti roberto

A.D.VIEUSSEUX CALCIO COMUNICA CHE SINO ALLA FINE DELLA STAGIONE LA MAGLIA N. 13 NON SARA’ UTILIZZATA.

10