Archivio di novembre 2019

PostHeaderIcon un vieusseux spavaldo sfiora la vittoria a san felice, finisce 1-1

14.11.19 – 13:30

San Felice – Vieusseux 1-1 (0-0)

Rete: Trimboli 55′ Rig. SF 79′

Arbitro: Sig. Di Ronza 5.5 gara giocata su toni agonostici e ritmi piuttosto alti, il DG decide di usare molto il cartellino giallo per tenere in mano la gara e obiettivamente ci riesce. Dal nostro punto di vista fischia alcune punizioni contro di troppo e nega un altro  rigore che poteva chiudere la partita a 10′ dal termine.

Vieusseux

Beneduce 6, Lazzeroni 6,5, Piccini 6,5 (70′ Portomeo 6), Aresta 6,5, Baroni 6,5, Trimboli 6,5, Ostuni 6 (30′ Aresta 6), Suriano 6 (65′ Carisio 6), Liperoti 6,5 (65′ Biancalana 6), Marsicola 6,5, Giorgetti 6,5 (75′ Galletti 6); a disp: Versari, Pasquale, Matteucci; all: Benedetti

Dopo tre sconfitte consecutive, la squadra era attesa ad un esame molto impegnativo contro una delle migliori squadre , al momento, del campionato, oltretutto galvanizzata dalla qualificazione al turno successivo delle finali regionali dopo aver eliminato i Gatti Randagi di Barga.

Tra le assenze piu’ rilevanti quella di Righi , senza considerare gli infortunati cronici di questo inizio di stagione.

Con un cambio di rotta deciso, nel tentativo di dare una scossa alla squadra, la scelta del tecnico ricade su un 4-3-3 decisamente votato all’attacco, al pressing alto, piuttosto che all’attesa degli avversari, come accaduto nel recente passato. Si  tratta di una scelta sia tecnica, ma sopratutto motivazionale volta a sorprendere gli avversari ed a rendere un po’ di fiducia al gruppo.

Quindi, con Beneduce in porta al posto di Versari per garantire sopratutto una presenza di personalità alle spalle della difesa, la squadra prevede il ritorno di Trimboli all’antico ruolo di centrale difensivo (ricoperto con successo gia( 6/7 anni fa) al fianco di Baroni, con Lazzeroni ed il rientrante Piccini terzini con licenza di attaccare, un trio di centrocampo composto da Aresta, perno basso, Marsicola e Suriano mezzali, alle spalle degli esterni offensivi Giorgetti e Ostuni, con Liperoti a guidare l’attacco.

Ennesima variante tattica in questo inizio di campionato che ha visto la squadra schierarsi con almeno 4 moduli diversi alla ricerca di una quadratura che, con il rientro di tutti gli effettivi, potrà dare i risultati sperati nel proseguo della stagione.

La partenza e’ di quelle giuste, dopo pochi minuti di assestamento, la squadra inizia a trovare le giuste distanze, si alza compatta in un pressing asfissiante che spegne di fatto le fonti di gioco avversarie (normalmente molto propositive) ed impedisce lo sviluppo di azioni manovrate forzandone spesso le scelte.

Molti palloni vengono recuperati nella tre quarti avversaria, ma senza mai trovare lo sbocco in area, se non in un paio di occasioni no sfruttate al meglio; si apprezzano , pero’ alcune azioni condotte con rapidi passaggi e movimenti corali che portano al cross, ma senza creare particolare pericolo alla porta del San Felice, il quale colpisce un paolo sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma niente di piu’.

Nonostante l’assenza di nitide occasioni fa reete la gara e’ giocata su ritmi elevati e l’agonismo non manca, con il DG Di Ronza che fredda gli animi sventolando spesso il giallo (alla fine  scatteranno le squalifiche per Baroni e Galletti…).

Gi’ al 30′ il Vieusseux e’ costretto a sostituire Ostuni, guai muscolari per lui, e manda in campo un giocatore ancora piu’ offensivo come Riccardo Aresta, dando così un segnale preciso alla squadra ed agli avversari ovvero che stasera si gioca a viso aperto senza alcuna remora psocologica.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, con il Vieusseux ancora piu’ intraprendente; Renato Aresta prova la conclusione da fuori, ma il suo collo esterno finisce a lato di poco, poi un paio di buone incursioni di Giorgetti e Aresta svaniscono all’ultimo con Liperoti che non riesce a trovare il guizzo in area, ma si sacrifica un uno sfiancante lavoro a favore della squadra, che rende positiva la sua prestazione.

Il vantaggio, a parere nostro meritato, arriva al quarto d’ora, quando un tiro a botta sicura viene respinto con le braccia dal difensore di casa; il mani e’ netto anche se la distanza non e’ eccessiva; Trinboli realizza il penalty con un bel tiro sotto la traversa alla destra del portiere avversario che intuisce, ma niente puo’ fare per evitare il gol.

Per buoni dieci minuti il san Felice appare un po’ demoralizzato dal gol subito, ma, dal 25′, con alcune azzeccate sostituzioni e, complice anche un leggero calo del Vieusseux assume l’iniziativa alla ricerca del pari, che sfiora, ancora una volta sugli sviluppi di un calcio di punizione, sulla traiettoria del quale ben due giocatori si trovano liberissimi davanti a Beneduce , ma la palla finisce a lato. La pressione aumenta ed anche Benedetti procede ad alcuni cambi per immettere forze fresche. Gli ultimi minuti, come spesso accede, riservano molte emozioni: prima il Vieusseux reclama un altro rigore per un fallo su Riccardo Aresta che dal nostro punto di osservazione pareva esserci, ma il DG non e’ dello stesso avviso. A due dal termine del tempo regolamentare il San Felice trova il Pari a seguito di azione insistita sul limite, da dove trova la conclusione a rete che Beneduce ribatte bravamente, ma sulla cui respinta arriva il tap in vincente da centro area. Vengono concessi ben 6 minuti di recupero per le molte sostituzioni e le squadre continuano ad affrontarsi per cercare i tre punti ed e’ il Vieusseux che li accarezza senza coglierli, quando il subentrato Galletti aggancia un ottimo pallone in area e conclude a botta sicura andando a cogliere una clamorosa traversa che strozza in gola a giocatori e simpatizzanti del Vieusseux l’urlo del gol che sarebbe stato di grandissima importanza sia sul piano della classifica, ma sopratutto del morale.

Alla fine si puo’ dire che la gara complessivamente e’ stata equilibrata e combattuta da entrambe le parti con agonismo, ma nella massima correttezza e lealta’ sportiva sia in campo sia tra i componenti delle panchine, come dovrebbe sempre essere. Brucia il fatto, in ottica Vieusseux , veder sfuggire una vittoria all’ultimo ed averla quasi riacchiappata nell’extra time, ma rimane, comunque la consapevolezza di potersela giocare alla pari con qualsiasi avversario se l’approccio e’ quello giusto al di la’ dello schieramento e del modulo che puo’ anche variare di volta in volta a seconda delle situazioni contingenti.

Il programma prevede ora una rifinitura venerdì al Romagnoli per preparare il prossimo incontro con l’Antella di Martedì prossimo.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


PostHeaderIcon convocazione

11.11.19 – 17:15

6a giornata Campionato A1

San Felice – Vieusseux

Ritrovo: campo Galluzzo  Mercoledì 13 ore 20,30

Lista convocati:

1.beneduce  ciro

2.versari vieri

3.baroni leonardo

4.lazzeroni tommaso

5.pasquale nicola

6.piccini claudio

7.portomeo daniele

8.trimboli domenico

9.aresta renato

10.carisio andrea

11.fedi giacomo

12.marsicola lapo

13.ostuni alessandro

14.suriano federico

15.aresta riccardo

16.biancalana jonathan

17.galletti giovanni

18.giorgetti duccio

19.liperoti gaetano

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


PostHeaderIcon vieusseux-rosa blu 1-2 immeritata? no, suicidio perfetto!

06.11.19 – 14:00

Vieusseux – Rosa Blu Zeus  1-2 (0-1)

Rete: Righi al 65′

Arbitro: Sig. Gianfaldoni valutazione 6- direzione senza grosse sbavature, sorvola su trattenuta in area a Giorgetti.

Vieusseux

Versari 4,5, Ostuni 6,5, Lazzeroni 6 (60′ Matteucci 5,5 , 77′ Portomeo sv), Aresta 6, Baroni 5,5 (75′ Beneduce SV), Righi 6, Suriano 6 (68′ Aresta SV), Marsicola 6,5, Biancalana 6 (56′ Liperoti 5,5), Trimboli 5,5 (70′ Carisio SV), Giorgetti 6; a disp.: Fedi, Piccini; all.: Benedetti

Per la prima volta dall’inizio della stagione, a parte gli infortunati cronici, l’organico a disposizione del Mister era abbastanza ampio e consentiva di operare scelte non forzate. La gara era stata preparata sin dall’allenamento in ottica di un 4-1-4-1 stile finale della scorsa stagione, unica vera sorpresa Biancalana al posto di Liperoti.

Ma ogni congettura saltava solo dopo pochi minuti dall’inizio della gara; un apparente lancio in profondità senza molte pretese veniva raggiunto e messo  al centro dalla linea di fondo, la palla appariva alla portata di Versari, il quale usciva, ma toccava debolmente lasciandola nella disponibilitò dell’attaccante appostato dalla parte opposta che metteva facilmente dentro. La partenza choc creava un discreto disagio al Vieusseux che ci metteva una decina di minuti prima di assestarsi e cominciare a macinare gioco che si concretizzava un prolungati possessi palla che non riuscivano quasi mai a sfociare in conclusioni pericolose. Il pareggio veniva sfiorato al 15′, quando un difensore interveniva di testa su bel traversone da destra mandando la palla a lambire il palo alla destra della propria porta. Il pallone stazionava poi quase costantemente nella tre quarti della Rosa Blu, che si limitava a difendere e lanciare in profondità verso i propri attaccanti, rinunciando al gioco manovrato. il 4-4-2 applicato dagli ospiti non permetteva sbocchi sulle fasce dove Suriano e Giorgetti si facevano trovare spesso per l’appoggio, ma non venivano mai lanciati dietro le linee avversarie ed erano quindi costretti a riproporre l’appoggio o a provare l’azione personale. Si provava così con la conclusione da fuori area, ma i tentativi di Tromboli, Marsicolam Suriano finivano piu’ o meno sempre fuori dai pali. Biancalana , unica vera punta, si dannava l’anima in un lavoro di sponda o di apertura degli spazi a favore dei compagni, ma senza successo.

Verso la fine del tempo Righi atterrava l’avversario al limite dell’area, con conseguente giallo per lui, e la punizione terminava alta di poco. (e questo rimarra’ di fatto l’unico tiro in porta, o verso la porta, degli ospiti).

La ripresa riparte sulla falsariga del p.t. con il Vieusseyx determinato a raggiungere il pareggio e, nel giro di ochi minuti Giorgetti e’ protagonista due volte in area avversaria: prima subisce una leggera strattonata non degnata di considerazione dal D.G, poi spara alto da pochi metri una ghiotta occasione che meritava altra sorte.

Al 56′ entrava Liperoti per Biancalana per dare maggiore peso all’attacco di casa; il gioco era sempre nelle mani del Vieusseux anche se non scorreva fluido come auspicato nelle premesse. Ancora un paio di conclusioni a lato, come se fosse un delitto centrare la porta avversaria, poi verso metà tempo anche Lazzeroni alzava bandiera bianca per un risentimento al flessore e la scelta cadeva su Matteucci, la cui entrata preludeva ad un cambio di modulo, ovvero un 3-5-2 che portava Ostuni ad alzarsi sull’out destro mentre sull’altro versate era posizionato Giorgetti. La modifica non portava effetti positivi e , così, quasi inevitabilmente la situazione precipitava poco dopo; ancora un lancio senza grandi pretese in area con la palla che rimbalzava, Matteucci proteggeva l’uscita di Versari, il quale prima l’accennava, poi di fermava con la conseguenza che la punta beffava entrambi con un leggero tocco di testa che mandava la palla in rete per uno 0-2 incredibile per il modo in cui si era materializzato. Purtroppo una serata nera per il portierone del Vieusseux che si trovava ad aver incassato due gol senza aver compiuto neppure una parata.

Il Vieusseux , seppure colpito a morte, non demordeva e trovava finalmente il gol con l’inserimento di testa di Righi su corner da sinistra; il tempo per recuperare la gara c’era, e l’occasione capitava a 8′ dalla fine sui piedi di Liperoti che, ben servito da Marsicola (migliore dei suoi) agganciava in area e, solo davanti al portiere, tentava di batterlo con un improbabile tocco di esterno che finiva incredibilmente fuori e qui, nonostante gli assalti finali di un Vieusseux che finiva giocando addirittura a due dietro, calava il sipario su una gara che dire sia stata buttata via e’ dir veramente poco. Certo, per gli esteti del calcio, non si puo’ diree che il Vieusseux abbia messo in mostra un gioco scintillante, ma ha avuto per tutta la gara una netta supremazia territoriale che a messo a nudo, ancora una volta, la difficoltà ad andare a rete anche con altri giocatori, dopo che la vena realizzatrice del suo bomber storico pare essersi, almeno per ora, esaurita. Ed a questo dovrà essere posto rimedio, non si puo’ pretendere cheil 41enne attaccante di Cutro possa risolvere le partite da solo come faceva un tempo; come del resto andrà affrontato il problema all’altra estremità della squadra con Versari, che pare piuttosto condizionato in negativo sulle cosi dette palle vaganti in area che, da innocue, diventano letali, ma anche qui forse si pretende troppo da un ragazzo che solo da due anni ricopre un ruolo assolutamente delicato. Al Mister il compito di trovare le opportune soluzioni….

Giovedì consueto allenamento al Romagnoli in vista della prossima trasferta di mercoled’ 13 al Galluzzo contro il san felice, che nel frattempo giocherà  il ritorno dei preliminari delle finali Regionali in Garfaagnana contro le nostre vecchie conoscenze dei gatti Randagi (sembra passata una vita eppure sono solo tre anni).

Serve calma in questo momento con la consapevolezza che la rosa , pur con i suoi difetti, e’ di valore come hanno dimostrato le prestazioni anche se gli ultimi risultati farebbero pensare il contrario ed allora piu’ forte di sempre:

AVENTI VIEUSSEUX!!!!




PostHeaderIcon convocazione

04.11.19 – 11:40

Convocazione gara vs/Rosa Blu Zeus

Ritrovo: Martedì 5 nov. ore 20,30 Campo Romagnoli

Lista convocati:

1.versari vieri

2.baroni leonardo

3.lazzeroni tommaso

4.matteucci stefano

5.ostuni alessandro

6.piccini claudio

7.portomeo daniele

8.righi marco

9.aresta renato

10.beneduce ciro

11.carisio andrea

12.fedi giacomo

13.marsicola lapo

14.suriano federico

15.trimboli domenico

16.aresta riccardo

17.biancalana jonathan

18.giorgetti duccio

19.liperoti gaetano

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

VS