PostHeaderIcon SAN QUIRICO – VIEUSSEUX 2-1

16.10.13 – 10:30

San Quirico – Vieusseux 2-1 (1-0)

Reti: Cipriani (SQ) 40′, Sicoli (SQ) 42′, Liperoti (V) 60′

Vieusseux:

Caputo 6, Ranieri 6 (71′ Matteucci SV), Gabbrielli 5,5 (52′ Palermo 6), Zippitelli B. 6 ( 75′ Metafonti SV), De Santis 6 (62′ Pasquale D. 6), Foresta 7, Galletti 6, Trimboli 6, Liperoti 6, Maccioni 5,5, Suriano 5,5 (66′ Ranieri G. 6); a disp. Zippitelli A., Pasquale N; all.:  Benedetti

San Quirico:

Rossi, Giani, Gigli, Giuntini, Meucci, Petrotto, Sferragatta, Cipriani, Colonna, Triboli, Sicoli, a disp.: Bacci, Bowen, D’Errico, Diotallevi, Granata, Izzo, Wolf; all: Maioli

Arbitro: voto 6, direzione buona di una gara tirata, ma sostanzialmente corretta come testimoniano le sole ammonizioni di Trimboli (V) e Colonna (SQ). Unico neo  : un’azione del Vieusseux fermata (con concessione di fallo a favore), con Galletti lanciatissimo in area di rigore, ma va bene cosi’.

Il Vieusseux imposta una gara accorta, infoltendo il centrocampo e puntando sui giocatori ritenuti piu’ in condizione dal Mister. A sorpresa rimangono fuori ben tre centrali ed è Foresta ad essere schierato al fianco di De santis. Come previsto il San Quirico parte fortissimo, pressa alto e cerca le solite manovre avvolgenti, ma il Vieusseux regge bene l’urto, chiudendo tutti gli spazi e cercando, a sua volta di ripartire, ma la precisione nei passaggi oggi fa difetto e le azioni si spengono sempre sul nascere.

Nel primo quarto d’ora il San Quirico si avvicina al gol con due conclusioni fuori bersaglio a seguito di calci piazzati e con un tiro da fuori che finisce alto. Tracce di Vieusseux solo al 20′, con una conclusione centrale di Galletti da destra. Il San Quirico tiene le redini del gioco, ma Caputo non corre particolari pericoli e si limita all’ordinaria amministrazione. Rispetto alle ultime sfide, questa e’ una partita molto piu’ tattica e combattuta sopratutto a centrocampo. Quando le squadre sembrano avviate a concludere il primo tempo a reti inviolate, l’equilibrio si rompe a pochi secondi dall’intervallo, nell’unica occasione in cui il Vieusseux si fa trovare scoperto sulla sua fascia difensiva di sinistra; ne approfitta Cipriani che si inserisce e supera Caputo in uscita. Da un punto di vista psicologico la mazzata è pesante, anche perche’ toglie certezze alla squadra, costretta a dover rimontare, ma il peggio deve ancora arrivare e si materializza da li’ a poco, ovvero al rientro in campo. nemmeno il tempo di battere al centro che Sicoli riceve palla sulla destra, aggira Gabbrielli, converge e lascia partire un tiro da fuori, la cui parabola supera Caputo, pescato un po’ fuopri posizione, 2-0 e discorso che pare chiedersi qui.

La mossa di Benedetti e’ immediata, quanto inevitabile, dentro Palermo e fuori Gabbrielli (all’esordio a 20 anni), la difesa passa a tre  con Palermo e Galletti a spingere sulle fasce. Il San Quirico, forse appagato, forse un po’ sorpreso arretra il baricentro ed il Vieusseux comincia ad affacciarsi con piu’ insistenza in avanti. Al terzo corner quasi consecutivo, Liperoti anticipa tutti di testa, è il 20′, e riapre la partita. A questo punto  alcuni elementi del Vieusseux cominciano ad accusare la stanchezza di una gara impegnativa, De Santis si stira all’inguine (dentro Pasquale D. con Trimboli riportato dietro) e anche Suriano deve uscire per fastidi muscolari. In questa fase il San Quirico va vicino diverse volte al terzo gol, ma un superlativo Foresta e gli altri difensori, evitano che la gara si chiuda lasciando viva la speranza di un clamoroso recupero. E l’occasione, puntuale, arriva all’inizio dei 5′ di extra time: Maccioni, opaca la sua prova, pesca libero in area Liperoti, il quale, a tu per tu con Rossi, tira centrale e gli permette di evitare il pareggio; lo stesso Rossi esce a valanga dopo poco sullo stesso Liperoti e l’arbitro fischia la fine, decretando la vittoria, tutto sommato, meritata del San Quirico.

Il Vieusseux è apparso ancora non particolarmente brillante  e stranamente impreciso in alcuni suoi uomini di puntam quindi ci sono grandi margini di miglioramento, quando la condizione generale cescerà e sarà smaltita la lunga e pesante preparazione (che darà sicuramente in seguito i suoi frutti per come  ha lavorato il gruppo). Qualche faccia lunga al termine della gara, ma quest’anno tutti dovranno abituarsi a non dare mai niente per scontato, date le numerose alternative della rosa e siamo sicuri che le arrabbiature si trasformeranno in stimolo per dimostrare di meritare il posto in formazione.

Il San Quirico è apparso piu’ quadrato rispetto alle ultime stagioni con alcuni innesti di valore assoluto.

Altra bella annotazione, che fa onore alle due contentendi, ieri sera erano in campo 3 giocatori classe’90 e 3 classe ’92, e molti altri stanno scalèpitando per giocare, beata goiventu’.

I migliori in campo: Foresta per il Vieusseux, Sferragatta (n.7) e Sicoli /n.15) per il San Quirico.

Giovedì allenamento alla Sancat in vista del prossimo impegno con il Bomber Group di Martedì 22, classico scontro tra due compagini  entrambe sconfitte di misura, con lo stesso risultato di 2-1, da due favorite per la lotta al titolo.

L’altro scontro di ieri sera ha visto la vittoria del Fiorenza 1989 in casa del san Niccolo’ con un  classico 2-0.

A.D.Vieusseux Calcio

3 Commenti a “SAN QUIRICO – VIEUSSEUX 2-1”

  • domenico scrive:

    concordo con i voti di caputo, liperoti e forse palermo (appena entrato ha dato una smossa..),Foresta secondo me meritava un 7,5 abbondante.. il resto secondo me non meritava + del 4,5 (me compreso..); visto che da qndo gioco o vedo il Vieuss. a parte il super Gol di Gae è la prima volta che in 80 min nn facciamo un tiro in porta anzi nel primo tempo (se non erro non abbiamo fatto nemmeno un azione, altro che tiri…) stessa cosa nel secondo tempo… fino all’ingresso di Palermo che ha smosso qualcosa ..(oltre al gol su calcio d’angolo del solito bomber) abbiam creato una palla gol nel finale su assist di palermo azione ribattuta da un difensore e poi nel recupero sempre con Gae su assist di maccioni… passano gli anni ma le cose non cambiano… è inutile

  • admin scrive:

    Caro Dome, e non solo, ci sono partite in cui se le cose non riescono come vorremmo, si deve anche soffrire e cercare di ottenere il massimo. Non sempre si puo’ essere “belli” e tre (o uno) punti raccolti con un tiro in porta valgono come quelli con il tiro al bersaglio…
    Non posso essere soddisfatto del gioco o dei molteplici errori di misura nei passaggi, ma l’impegno c’e’ stato da parte di tutti, quindi dare bocciature estreme alla prima partita non mi pare proprio il caso. Vedrai che quando ci sciogliamo un po’ le cose miglioreranno subito.
    Mister

  • Vadim Sadykov scrive:

    Non vi preoccupate, a gennaio vengo a fare due tiri!!! Saluti

Lascia un Commento