PostHeaderIcon VIEUSSEUX – PONTASSIEVE 1-2, PUNITI DALLA PRESUNZIONE !

26.02.14 – 10:00

Vieusseux – Pontassieve 1-2 (1-0=

Reti: Liperoti 15′, P. rig. 70′, P 77′

Vieusseux :

Caputo 5,5, Ranieri 6, Stante 5,5, Zippitelli 6+, Matteucci 5,5, Baroni 5,5, Galletti 6 70′ Bevitori SV), Trimboli  (74′ Russo SV), Liperoti 5,5, Maccioni 4,5, Suriano 4; a disp.: Lazzeroni, Gabbrielli, Ranieri G., Rosales, Metafonti M.; all.: Benedetti

” Il Vieusseux  , nel primo tempo, impone il suo gioco e va in vantaggio con Liperoti, e controllando poi  la gara con autorità. Nel secondo tempo il Pontassieve si getta in avanti lasciando ampi spazi , ma i padroni di casa non ne approfittano ,  portano palla, dribblano all’infinito ed alla fine si suicidano perdendo palla e regalando agli avversari il gol della vittoria. Giusta punizione per un secondo tempo scellerato e presuntuoso”

Quella con il Pontassieve era la prima gara veramente importante in chiave Play off, uno scontro diretto che Benedetti decide di affrontare con la formazione tipo e con un 4-4-1-1 collaudato da tempo.

Le scelte appaiono  azzeccate, la squadra appare ben disposta in campo ed assume da subito il predominio del gioco, imbastendo buone trame, anche se le fasce non vengono sfruttate a dovere. Il Pontassieve si limita a giocare di rimessa, quasi esclusivamente con lanci immediati dalle retrovie verso i veloci attaccanti, ma non riesce mai a creare veri pericoli per Caputo.

Il vantaggio è quasi immediato, con Liperoti, il quale gira in porta d’istinto di testa un tiro cross di Maccioni da sinistra, battendo l’ex Acciai.

Il raddoppio sembra nell’aria, i giocatori del Vieusseux vanno piu’ volte alla conclusione, spesso rimpallata o fuori misura, ma l’occasione migliore capita ancora a Liperoti, che pecca di egoismo non servendo il liberissimo Suriano dopo una ficcante azione sulla destra, e sparacchia  a lato un esterno sinistro da buona posizione.

Nel finale di tempo qualche scricchiolio sinistro nel gioco, sino ad allora superiore, del Vieusseux, con gli ospitio che arrivano alla conclusione due volte su punizione da fuori, in entrambe le occasioni parate da Caputo.

La sensazione, nell’intervallo, è quella di una notevole superiorità tecnica rispetto agli avversari, ma anche di una certa fatica a far correre la palla negli spazi e proprio in questa direzione vanno le raccomandazioni del Mister.

Si riparte con i soliti effettivi e, nei primi 10 minuti, la musica non cambia con il Vieusseux padrone del campo con un Pontassieve piuttosto nervoso e che perde alcuni giocatori per infortunio.

Poi, improvviso, il black out. A fronte della possibilità di molte ripartenze i giocatori del Vieusseux, in particolar modo quelli maggiormente dotati tecnicamente, come Maccioni e Suriano, si perdono  in dribbling e controdribbling, arabone, sombreri, ricerca di altri avversari da scartare piuttosto che far correre la palla negli ampi spazi che si offrono davanti a loro. La conseguenza sono il rallentare l’azione, il perdere molteplici palloni e disperdere forze proprie e dei propri compagni spesso costretti a recuperi frettolosi.

Al 25′ Liperoti fallisce il colpo del ko, sparado  fuori da ottima posizione l’unica vera occasione del secondo tempo, nata da una verticalizzazione sulla fascia destra.

In questa fase anche Benedetti ritarda qualche cambio, preferendo tenere in campo sino alla fine i solisti, quando sarebbe stato meglio inserire forze fresche.

La punizione, meritata, si materializza negli ultimo 10 minuti; Caputo esce e, secondo il D.G. travolge l’attaccante avversario che, furbescamente si era inserito tra il portiere e Ranieri; è rigore che porta al pareggio, senza che il Pontassieve , sino ad allora, abbia mai tirato in porta…

Entra Bevitori per Galletti, poco servito e poco sfruttato sulla sua fascia. Il Pontassieve fallisce un gol su palla persa (l’ennesima) in fase di ripartenza dal Vieusseux e, a 3′ dal termine, Suriano, in versione  del peggior Pizarro quando si incarta da solo, invece di aprire facilmente a sinistra sul lanciato Zippitelli, si accentra cercando ancora il dribbling, perde il pallone e, con la difesa in fase di risalita, permette all’avversario di infilarsi facilmente davanti a Caputo e batterlo con un pallonetto.

Benedetti in panchina è una jena e non si da’ pace per quello che è accaduto, un vero e proprio  suicidio, in una gara in cui i tre punti erano pesantissimi.

Inutile dire che il calcio ha regole ferree, quando i giocatori in campo non giocano per la squadra, ma per se’ stessi, quando si crede di essere superiori agli avversari senza averli prima messi sotto di almeno 3 reti, le conseguenze non possono che essere queste. E’ stata una dura lezione per tutti e ne deve essere fatto tesoro, come fanno piacere i complimenti quando si gioca bene, vanno accettate anche le critiche quando si sbaglia, dispiace , ma è giusto così.

Ora è bene che nessuno si metta a fare il maestrino, giovane o anziano che sia, si deve ritrovare immediatamente compatezza e spirito di gruppo , per affrontare al meglio la miglior squadra  degli altimi anni, il Querceto mercoledì prossimo a Doccia,. dove servirà un atteggiamento  umile e di sacrificio completamente diverso da quello messo in campo, nello sciagurato secondo tempo di ieri sera.

Ci sarà comunque modo e tempo di parlarne giovedì sera allì’allenamento dove sarà bene non mancare.

A.D.Vieusseux Calcio

 

3 Commenti a “VIEUSSEUX – PONTASSIEVE 1-2, PUNITI DALLA PRESUNZIONE !”

Lascia un Commento