PostHeaderIcon L’IMPRESA RIESCE: CONQUISTATE LE SEMIFINALI REGIONALI !

21.10.15 – 10:30

Gara di ritorno quarti di finale Regionali 2015

Gatti randagi Barga – Vieusseux 0-0 (andata 0-1)

Vieusseux

Caputo, Ranieri, De Santis, Beneduce, Righi, Baroni (70′ Matteucci), Galletti (41′ Gaudiello), Caniglia (15′ Benvenuti), Liperoti, Trimboli, Suriano (62′ Quattrocchi); a disp.: Metafonti, Volpi, Mechini; all.: Benedetti

Voto di squadra. 7 in questa occasione attribuire una valutazione individuale sarebbe riduttivo nel contesto di una prestazione collettiva eccellente da parte di tutti i giocatori, ognuno dei quali ha dato il proprio contributo, senza risparmiarsi, per raggiungere un obiettivo comune. Il voto va esteso anche a chi non ha giocato restando in panchina ed a chi ha sostenuto i compagni dalla tribuna di Ghivizzano.

” Dolce (e fredda) e’ la notte in Garfagnana, illuminata dalla festa grande nello spogliatoio del Vieusseux con la squadra che intonava cori e si lasciava andare a scene di gioia per un’impresa veramente importante, per certi versi storica (come nel 2001 raggiunte le semifinali dei regionali), al termine di un doppio confronto, contro una squadra titolatissima (campioni regionali e vice campioni italiani) come i Gatti Randagi di Barga, dagli altissimi contenuti agonistici, nel quale e’ emerso il cuore e l’attaccamento alla maglia dei ragazzi, che hanno ottenuto questo traguardo  lottando e soffrendo, senza mai mollare anche nei momenti piu’ difficili ed in fondo meritandolo nel computo delle due gare”

L’occasione era di quelle imperdibili, il buon risultato dell’andata, ha permesso al Vieusseux di preparare il ritorno dei quarti di finale dei regionali, con la massima tranquillità e cura, anche sull’onda delle due vittorie in Campionato che hanno dato ulteriore convinzione ed autostima al gruppo. Dopo 15 anni si torna in trasferta con il  pullman (questo era un obiettivo che il Mister da anni prometteva ai senatori della squadra) e, per l’ occasione, oltre ai 18 convocati, si sono aggregati tutti i componenti della rosa.

Partenza da piazza Artom con un po’ di ritardo come di consuetudine (vero Luca?), ma il bravo autista Filippo ha recuperato benissimo arrivando nei tempi previsti a Ghivizzano (103 km da Firenze), durante il tragitto merenda a base di schiacciata e crostata per placare le 2bocche fameliche” dei ragazzi.

Unico assente Palermo, in panchina si rivede il Mek, antico bomber, all’occorrenza utilizzabile anche come portiere. Viene confermata la squadra delle ultime uscite che ha ottenuto buoni risultati con l’intento di pressare subito gli avversari ed in effetti la gara inizia con il Vieusseux pronto a chiudere tutti gli spazi per poi provare a ripartire di rimessa. Dopo un quarto d’ora senza emozioni, Caniglia accusa un risentimento muscolare al polpaccio e, proprio in questa occasione i Gatti sfondano sulla sinistra e, sull’uscita di Caputo, sprecano una grossa occasione con un pallonetto che esce di poco a lato. Benedetti sceglie Benvenuti per sostituire Caniglia e ridisegna la squadra con un   coraggioso 4.3.3. La mossa non da’ i frutti sperati ed i gatti prendono l’iniziativa, con i loro esperti e forti giocatori di centrocampo, soprattutto il n. 20 ed il n. 14, che liberati dalla pressione nella loro tre quarti costruiscono trame e forniscono lanci per i veloci attaccanti. Il Vieusseux lotta ma corre troppo all’indietro con la linea di centrocampo troppo schiacciata e con Liperoti troppo isolato. In questa fase non vi sono episodi da segnalare se non un fallo di mano di Righi proprio sul limite dell’area di rigore, con la palla che però prima va sulla testa del giocatore e poi scivola sul braccio, i gatti chiedono il penalty, ma il D.G. concede solo una punizione dal limite senza esito. Vista la situazione il mister decide di cambiare ancora assetto alla squadra e ripropone la situazione di partenza, avanzando benvenuti con il compito di andare ad infastidire i facitori di gioco avversari e la gara piano piano si riequilibra; Liperoti si procura un occasione recuperando palla ed entrando in area da destra per poi concludere alto da buona posizione; verso la fine del tempo bel salvataggio di Baroni in area ed un’altra occasione non sfruttata dai Gatti.

Nell’intervallo anche Galletti alza bandiera bianca per fastidi muscolari e va subito dentro Gaudiello, il quale entra bene in partita portando vivacità sulla fascia. Il tempo scorre (troppo lentamente) con le squadre che si fronteggiano senza però trovare sbocchi alle proprie manovre offensive, piu’ manovrate quelle dei gatti, che però si affidano spesso ai lanci, e piu0′ di rimessa quelle del Vieusseux al quale manca l’ultimo passaggio in diverse occasioni che potevano essere sfruttate meglio se ci fosse stata piu’ lucidità ed a volte meno frenesia, ma probabilmente  l’agonismo in campo non  lo ha permesso. Verso la metà del tempo rischio per il Vieusseux su una veloce ripartenza dei gatti sulla sinistra a seguito di un calcio d’angolo a favore del Vieusseux mal sfruttato, salva Ranieri andando a sporcare la conclusione dell’attaccante avversario con il Mister indiavolato in panchina per una situazione che non doveva essere  concessa.

Anche  Suriano e’ costretto ad uscire ed entra Quattrocchi (ancora non al meglio) per surrogarlo nei compiti di copertura e ripartenza sulla fascia sinistra. Liperoti dall’inizio della gara e’ un leone e si batte praticamente da solo con tutta la difesa avversaria tenendola spesso in  allarme e battagliando su tutti i palloni, gara da vero capitano, ma gli altri non gli sono da meno e non si risparmiano al punto che Baroni, colpito da crampi, deve uscire per far posto all’affidabile Matteucci negli ultimi 10′ oltre al maxi recupero di 6 minuti dove inzucca positivamente diversi palloni lanciati verso l’area. I Gatti tentato di tutto per passare, effettuano cambi a ripetizione inserendo anche punte di peso per sfruttare le spizzate, ma davanti a Caputo c’e’ un muro che respinge tutto quello che arriva e con i giocatori biancorossi che arrivano spesso sulle seconde palle per tenerle lontane dalla zona pericolosa. Gli ultimi minuti sono da infarto, i Gatti ottengono diverse punizioni da varie posizioni e scodellano nell’area affollata palloni pericolosi, fallendo una occasione apparentemente clamorosa, ma il guardalinee aveva la bandierina alzata, per giungere poi all’episodio che poteva cambiare il corso della storia della partita, al 4′ di recupero, su lancio da centrocampo l’attaccante colpisce il palo con la palla che balla sulla linea e, prima che colpisca l’altro palo o, peggio ancora venga spinta in rete da un altro  giocatore avversario, San  Ranieri da Santa camerina (paese natale) allontana miracolosamente la minaccia; arriva infine il triplice fischio del D.G. che sancisce una qualificazione strappata con le unghie e con i denti, ma tutto sommato meritata considerando anche quanto accaduto all’andata dove il puntaggio, nel finale, poteva essere piu’ ampio a favore del Vieusseux.

Ovviamente questa partita doveva avere questo tema, toccava ai Gatti tentare di recuperare, sarebbe stato un suicidio scoprirsi troppo ed il quarto d’ora giocato con un potenziale assetto piu’ spregiudicato, durante il quale il Vieusseux e’ andato in netta difficoltà, lo sta  a dimostrare.

Da lodare la fase difensiva del Vieusseux intesa come copertura degli spazi e pressione sugli avversari e non come catenaccio che e’ tutt’altra cosa.

Nei gatti ottime le prestazioni dei centrocampisti deputati a costruire il gioco e dell’esterno destro, vera ira di dio, nel Vieusseux, per una volta nessuna distinzione, ma un elogio sincero a tutti per l’abnegazione alla causa dal primo all’ultimo minuto.

Un grazie di cuore al giocatore dei Gatti, Andrea Romiti, un vero signore, sportivo nell’animo oltre che ottimo giocatore. Ci ha curato tutte le informazioni, ci ha prenotato la pizzeria del post gara e ci ha accompagnato addirittura lui sorbendosi, quasi a mezzanotte una ventina di chilometri in direzione opposta a casa sua, oltretutto dopo una eliminazione che sicuramente gli bruciava, che dire chapeau questo e’ il vero sport!

Ed ora , in attesa del risultato del ritorno tra Querceto e San salvatore per conoscere la rivale nella semifinale dei Regionali, l’altra sarà tra San Frediano e Mraginone 2000 che ha eliminato ieri sera il San Quirico, tutti presenti giovedì all’ellenamneto. Ci sono da ptreparare due gare di campionato in una settimana: Lunedì 26 in casa con il B.G. e Giovedì al velodromo delle Cascine con il San Niccolo’ (recupero).

Quindi, conserviamo dentro di noi il ricordo di questa grande notte, ma guardiamo avanti, la prossima partita e’ sempre quella piu’ importante.

A.D.Vieusseux Calcio


8 Commenti a “L’IMPRESA RIESCE: CONQUISTATE LE SEMIFINALI REGIONALI !”

  • Romiti Andrea scrive:

    Grazie del commento su di me un onore giocare contro certe squadre battaglia sportiva in campo e sportività a fine gara. Diciamo che la fortuna ci ha voltato le spalle ma fa parte del calcio e dello sport in generale in bocca al lupo x campionato e regionali.

  • admin scrive:

    Andrea, la stessa cosa vale per Voi e condivido che non siete stati baciati dalla fortuna come del resto si puo’ dire che l’equilibrio nei 160 minuti e’ stato l’elemento principale.
    Non conosco a fondo la mentalità della Vostra squadra, la sua storia e quant’altro, ma per la passione, il modo di relazionarsi con gli avversari , combattendoli in campo, ma rispettandoli come fai tu, saresti un perfetto “uomo Vieusseux”.
    Data la mia età (alleno da 30 anni) e la Tua (penso che giochi da almeno 25), spero ci sia la opportunità di incontrarci di nuovo sui campi di calcio che mi sa per noi sono quasi piu’ che una casa.
    Mister

  • Romiti Andrea scrive:

    Grazie mister certe parole fanno solo piacere

  • Portavoce Comitato Etico Gatti Randagi F.C. scrive:

    A nome della grande famiglia del Gatti Randagi F.C. esprimo a tutti voi sincere congratulazioni per il risultato ottenuto e fervidi auguri per il proseguo del vostro campionato e del torneo regionale.
    Cordiali saluti.

  • admin scrive:

    Non capita spesso di incontrare squadre così organizzate sia da un punto di vista strettamente calcistico che da un punto di vista di rapporti e comunicazioni sia interne che esterne. Curiosando nel sito dei Gatti Randagi avevamo intuito qualcosa, ma la riprova l’abbiamo avuta sul campo.
    Con questo non vogliamo che le nostre parole siano scambiate per sdolcinate ruffianerie, considerando che potremmo anche non incontrarci in futuro, ma teniamo a manifestare tutto il nostro apprezzamento per un modo di vivere lo sport che rispecchia assolutamente quello che il Vieusseux Calcio porta avanti da ben 30 anni ovvero il massimo rispetto per tutti gli avversari a qualsiasi categoria essi appartengano. Personalmente il comunicato che ci hanno inviato vale piu’ della vittoria in campo, sono certo che avrebbero fatto lo stesso anche se il risultato fosse stato a loro favore.
    A.D. Vieusseux Calcio propone quindi una sorta DI GEMELLAGGIO con F.C. GATTI RANDAGI con lo scopo di mantenere i contatti anche nel futuro.
    Mauro Benedetti

  • Stefano scrive:

    Grazie Mauro, mi piace l’idea del gemellaggio. Un saluto e il bocca al lupo.

  • Portavoce "Comitato Etico Gatti Randagi F.C." scrive:

    In merito alla proposta di gemellaggio tra tra le nostre due società, da Lei avanzata, non essendo il Comitato Etico un organismo con poteri decisionali su questioni correnti, ho riferito alla dirigenza in carica del Gatti Randagi F.C., la quale, nella forma del Presidente Dott. Cella, si è dimostrata entusiasta della cosa, penso che a breve si metteranno in contatto con voi.

    Visti i cordialissimi rapporti che si sono creati tra voi ed Andrea Romiti, mi dolgo di informarvi che, durante la gara che ieri ha visto i Gatti Randagi prevalere sul Massa Macinaia, il giocatore è rimasto vittima di un importante infortunio muscolare che, vista l’ età anagrafica, ne mette a serio rischio il proseguo dell’ attività agonistica.
    Invio cordiali saluti.
    Roberto Conti
    Portavoce del Comitato Etico del Gatti Randagi F.C.

  • admin scrive:

    Restiamo in attesa di un Vostro contatto per perfezionare il gemellaggio e ci fa molto piacere che la proposta abbia ricevuto un primo consenso.
    Per quanto riguarda Andrea Romiti (che possiamo considerare il “gancio” tra le nostre società) avevamo già avuto notizia direttamente da lui dell’infortunio e gli abbiamo inviato i migliori auguri affinche’, nonostante l’età ed il tipo di infortunio che speriamo non sia gravissimo, sappia riprendersi e continuare ad onorare la Vostra maglia con la bravura che ha dimostrato in campo. Certe rocce non si arrendono facilmente….di questo siamo certi.
    Ci fa infine piacere che siate tornati alla vittoria in campionato, anche noi vi abbiamo imitato ieri sera.
    A presto
    Mauro Benedetti

Lascia un Commento