PostHeaderIcon FINE ANNO SENZA IL BOTTO: IL QUERCETO PASSA 3-1

22.12.15

Vieusseux – Querceto 1-3 (0-1)

Rete: 1′ Antimi, 55′ Liperoti, 68′ Baldassarri, 74′ Sandre’

Arbitro: Sig. Laraia 6,5, buona direzione di gara.

Vieusseux:

Caputo 6, Fioretti 5 (55′ Ranieri 5,5), Volpi 6+ ( 70′ Matteucci SV), Benvenuti 5,5, Baroni 6, De santis 5,5, Caniglia SV ( 10′ Gaudiello 6), Beneduce 6+ (75′ Antonini SV), Liperoti 6,5, Suriano 6, Quattrocchi 6; a disp. Metafonti; all.: Benedetti

il Vieusseux chiude l’anno con la seconda sconfitta consecutiva negli scontri al vertice, affrontati, entrambi con formazione largamente rimaneggiata, come, per onestà di cronaca, hanno fatto anche gli avversari di turno.

Modulo, come previsto, il solito 4-4-1-1, che, per0 perderà quasi subito uno dei suoi migliori interpreti, Caniglia, per un casuale infortunio alla mano (pestone all’8 minuto), entra cos’ Gaudiello con Quattrocchi spostato dietro a Liperoti. Buoni i propositi prima di entrare in campo, ma la partenza e’ shock; si batte al centro, la palla viene sventagliata sulla sinistra dove Fioretti si fa trovare fuori posizione, l’ala rimette al centro dove De santis che copriva verso la porta tenta l’intervento, ma finisce per favorire Antimi che batte facilmente Caput. Saltano così tutti i piani del Vieusseux, costretto subito a rincorrere una squadra, rimaneggiata sì, ma pur sempre di valore e , soprattutto, animata da una determinazione collettiva da prendere ad esempio. Nonostante il colpo subito a freddo, il Vieusseux prova reagire e costruisce alcune buone azioni con Quattrocchi che impegna severamente Poggini, poi con Benvenuti e Gaudiello, le cui conclusioni da buona posizione, sfilano fuori dallo specchio della porta. La partita si gioca su ritmi alti, ma senza un filo logico e una continuità costante da entrambe le parti. Il Querceto non crea piu’ occasioni da gol, ma appare sempre pericoloso nelle veloci ripartenze dei suoi avanti, Sandre’ e Remorini tra tutti, mentre il Vieusseux stenta a trovare varchi nella rocciosa difesa avversaria facendosi troppo spesso tentare dal lancio lungo invece di tentare combinazioni con palla a terra che sicuramente sarebbero state piu’ opportune. Benedetti si sgola dalla panchina per invitare la squadra ad essere meno frenetica ed a ragionare maggiormante, ma con scarsi risultati .

Si arriva così alla fine del p.t. con la partita ancora in equilibrio, un gol puo’ essere recuperato ed, a inizio ripresa il Vieusseux appare in grado di raggiungere il pari, cosa che puntualmente avviene, al 15′, quando Sriano imbecca Liperoti  che anticipa il difensore e mette dentro il suo 8° centro stagionale. A questo punto ci sono i presupposti per ribaltare il punteggio, ma il Vieusseux improvvisamente si spegne ed e’ il Querceto ad avere un sussulto di orgoglio ed a ripartire con veemenza per riportarsi in vantaggio. Il gol viene sfiorato con una incursione centrale (off side?) che vede il tiro respinto dal palo a Caputo battuto, per essere raggiunto poco dopo a seguito di calcio di punizione dalla tre quarti, con palla che spiove a centro area dove Baldassarri trova un preciso colo di testa senza però trovare opposizione nella marcatura . In certe gare non si possono lasciare liberi gli avversari di colpire cosi’ facilmente anche se l’inserimento e’ stato buono.

Il Vieusseux non riesce a cambiare l’inerzia della gara e non si rende quasi mai pericoloso, mentre gli ospiti arrotondano il punteggio nel finale con il loro centravanti, Sandre’ e portano casa tre punti importanti per la loro classifica continuando nel periodo favorevole dopo la conquista della vittoria nelle finali regionali.

Il Vieusseux, al quale non si puo’ rimproverare certo l’impegno, ha mostrato ieri sera qualche crepa dal punto di vista caratteriale, e’ apparso un po’ sfiduciato e, per la prima volta nella stagione, ha commesso alcuni errori difensivi gravi, non consentiti contro avversari di questa levatura. Indubbiamente le assenze di alcuni giocatori cardine hanno pesato sulla struttura della squadra, come ha sicuramente pesato la prematura uscita di scena di Caniglia, elemento in grado si scardinare le fila avversarie; ed infine ha pagato anche un lungo periodo senza la dovuta continuità negli allenamenti acausa degli impegni ripetuti tra campionato e regionali con spostamenti di date ed annullamento di fondamentali allenamenti che probabilmente questo organico non e’ ancora in grado di sostenere, poi malattie e squalifiche hanno fatto il resto. Non vanno cercate scusanti in ogni caso, si poteva e si doveva far meglio, ora c’e’ da serrare per quanto possibile le fila, dopo le festività anche se per un paio di settimane la rosa non potrà essere al completo visto che si riparte il 4 gennaio. Da ui ad allora ci saranno due allenamenti, il 28 ed il 30 e chi si trovarà a Firenze e’ invitato a partecipare per ritrovare condizione (e convinzione).

Dalla prossima gara si aggregheranno anche due nuovi acquisti: Baldazzi e Gadducci, che faranno sicuramente comodo in vista degli impegni importanti che ci aspettano.

Va comunque dato un bel 7 pieno a questo inizio di stagione con la ottima partecipazione alle finali regionali, che hanno portato via energie fisiche e mentali, ma hanno dato anche grosse soddisfazioni ed il raggiungimento di una prestigiosa semifinale e con un secondo posto attuale in classifica, in condominio con Querceto e San Niccolo’, ma ancora con la partita contro il Fiorenza da recuparare, che potrebbe (teoricamente) riportare il Vieusseux in vetta con il San Quirico, ma non e’ il caso di fare previsioni, soprattutto ora che c’e’ da ritrovare prima di tutto  la condizione e la determinazione di qualche settimana fa.

Un augurio di Buone Festività a tutto il Vieusseux.

A.D. VIEUSSEUX CALCIO

Lascia un Commento