PostHeaderIcon vieusseux – san miniato 2-1 , quando canta il gallo !

30.11.16 – 16:00

Vieusseux – San Miniato 2-1 (2-1)

Reti: Galletti al 18′ ed al 30′, SM al 38′

Arbitro: Sig. Poggiali 6

Vieusseux

Caputo 7, Ranieri 6, Piccini 6, Mazzola 6,5, Righi 6,5, De Santis 6+, Galletti 7 +(62′ Suriano 6), Gadducci 6+ (68′ Fioretti 6), Quattrocchi 6,5, Benevenuti6+ (64′ Beneduce 6), Volpi 6 (50′ Liperoti 6); a disp: Metafonti, Baggiani, Gaudiello; all.: Benedetti

Tattica e cronaca

Erano molti i dubbi da sciogliere alla vigilia per Benedetti, oltre alle defezioni di Caniglia, Trimboli, Baroni, Gabbrielli, Angioloni e Matteucci, si doveva fare i conti con diversi giocatori non al meglio della condizione, perché reduci da infortuni e malanni vari, che ne avevano limitato gli allenamenti come Liperoti, Suriano e Beneduce.

Tutti vengono portati in panchina per dare spazio a chi sulla carta sta meglio, quindi va in campo un altro inedito 4-3-3 con Volpi e Galletti a supporto  dell’indecifrabile (per gli avversari) Quattrocchi.

Il rinnovato San Miniato, secondo in classifica ed ancora imbattuto gioca in modo similare con due esterni alti molto veloci e spesso chiamati in causa con gli inserimenti al centro della punta e dell’opposto.

Si capisce da subito che il Vieusseux ha interpretato bene la gara, nonostante il pressing degli avversari riesce a far girare il pallone e trova con relativa facilità gli spazi giusti per gli inserimenti nella metà campo avversaria, tenendo sempre le giuste distanze che permettono un costante recupero del pallone a centrocampo con precise ripartenze. Dopo aver guadagnato un paio di corner, che rimangono senza esito, viene assegnata una punizione dai 25 metri spstata sulla sinistra; si incarica del tiro Galletti, il quale fa le prove e scarica un bel destro che va a sbattere sulla traversa con il portiere immobile. dall’altra parte nessun pericolo per Caputo che si limita ad uscite senza problemi.

Al 18′ Righi cambia gioco sulla fascia sinistra dove Galletti si inserisce di prepotenza, lascia il terzino sul posto ed, in corsa, piazza un esterno destro che supera il portiere rimasto a mezza strada. L’inerzia del gioco non cambia, il san Miniato appare passivo e privo di reazione ed il Vieusseux controlla la gara agevolmente, tanto che, alla mezzora, porta un pressing efficace nella tre quarti avversaria, recupera palla, che arriva velocemente sui piedi del bomber di serata, alias Giovanni Galletti, il quale indovina uno dei suoi tiri dalla distanza che non lascia scampo al portiere per un 2-0 meritatissimo per quanto visto sino a quel momento. Ma nel calcio non c’e’ mai da fidarsi e basta un niente per riaprire una partita, obiettivamente, apparsa in discesa per il Vieusseux; poco prima dell’intervallo su un lancio lungo Piccini copre il pallone, ma non si intende con Caputo; lui persa all’appoggio di testa indietro, il portiere invece esce ed il terzino tocca lateralmente con il risultato che l’attaccante si trova la porta spalancata e mette dentro il piu’ facile dei gol. Brutta botta in chiusura di tempo anche da un punto di vista psicologico.

Il solo gol di vantaggio non fa stare tranquilli, anche perché si e’ consapevoli che alcuni giocatori  avranno un calo fisiologico, così Benedetti, dopo pochi minuti, in cui il San Miniato ha già guadagnata porzioni importanti di campo, manda dentro Liperoti  al posto di Volpi, con lo scopo di cercare di tenere impegnata la retroguardia avversaria e non farla salire troppo. La manovra non sortisce gli effetti desiderati per il calo del centrocampo di casa e, anche se i primi 20′ passano senza troppi pericoli, si capisce che ci sarà da soffrire, e non poco, nel finale. A distanza di pochi minuti vanno in campo Beneduce, Suriano e Fioretti che rilevano rispettivamente Benvenuti, Galletti e Gadducci, con il modulo che rimane, per il memento lostesso.

Il San Miniato sfiora il pari al 22′, un rinvio sbilenco porta al cross dalla destra, ma il colpo di testa finisce alto di poco. Al 27′ gran conclusione dalla distanza e traversa piena che pareggia il conto dei legni; poi Caputo sventa un colpo di testa da distanza ravvicinata; il Vieusseux fa molta fatica ad impostare il gioco ed ormai si affida ai lanci per liperoti, che, perè non riesce a liberarsi verso la porta avversaria. Tornando indietro di qualche minuto da ricordare un gol annullato allo stesso Liperoti  di testa, per spinta sull’avversario.

Nell’ultimo quarto d’ora il Vieusseux modifica il suo assetto in un piu’ prudente 4-4-1-1 per coprire maggiormente gli spazi e piazza Fioretti e Suriano  (terzo ruolo in 20 minuti) sulle fasce.

La gara comincia  a farsi nervosa, con il passare dei minuti, il San Miniato sente l’avvicinarsi della prima sconfitta e non ci sta, ma il Vieusseux non molla e concede solo conclusioni dalla distanza, come al 34′, quando Caputo e’ splendido nel volare alla sua sinistra per togliere la palla dal sette, salvando così il risultato. Prima della fine (compreso il maxi recupero di 6 minuti…) ancora due emozioni: prima Liperoti finalmente si invola verso la porta avversaria, ma si allunga leggermente il pallone, consentendo al portiere di salvare in uscita, poi un dubbio contatto in area del Vieusseux, con vibranti protesta del San Miniato che richiede, ma non ottiene il penalty, che, dalla panchina non possiamo giudicare se esserci stato o meno.

Alla fine tre punti d’oro contro una bella squadra, che il Vieusseux ha affrontato con il piglio giusto, nonostante le già citate difficoltà, e per questo ancora piu’ importanti. La squadra, sino a che ha retto la condizione atletica ha giocato un calcio piacevole ed efficace, poi ha saputo soffrire, con tutti i suoi elementi (compresi i subentrati) nel momento della difficoltà , portando a casa con merito la vittoria.

Giovedì allenamento per cercare di recuperare condizione generale e qualche individualità in particolare, martedì prossimo ci aspetta un’altra gara molto difficile sul campo di un quotato Grassina.

A.D.Vieusseux Calcio


Lascia un Commento