PostHeaderIcon RIPRESA DI ORGOGLIO, MA IL PASSIVO DEL P.T. ERA TROPPO LARGO, FINISCE 2-4

01.05.18 – 14:00

Vieusseux – Querceto 2-4 (0-4)

reti:  50′ Galletti, 60′ Righi

Vieusseux

Caputo 5,5, Fioretti 5.5 (48′ Portomeo 6), Lazzeroni 6, Beneduce 5,5 (48′ Carisio 6), Gadducci 6, Righi 6,5, Galletti 6,5, Biancalana 5, Liperoti 5,5 (48′ Suriano 6), Quattrocchi 6+, Armillei 6 877′ Quaranta SV); a disp.: Matteucci, Fedi all.. Benedetti

Arbitro: voto 5,5 alcune indecisioni ed incomprensioni con i c.l. sopratutto in occasione del primo gol del Querceto scaturito da corner.

Commento

Dopo la doccia ghiacciata in casa del San Felice, dopo solo 3 giorni si torna in campo con il titolatissimo Querceto, che deve respingere l’assalto al primato del San Miniato. La voglia di reagire allo 0-5 c’e', ma, ancora una volta la formazione che va in campo e’ inedita. La squalifica di Dafichi e l’incidente capitato a Piccini in mattinata, inducono il Mister a scegliere Fioretti come terzino destro e Gadducci  come centrale difensivo (un ritorno alle origini dei giovanissimi a Rifredi per lui).

Galletti ed Armillei in fascia con Quattrocchi e Beneduce centrali e Biancalana fietro a Liuperoti per un 4-4-1-1 di partenza.

L’inizio non e’ da buttare, la gara e’ piuttosto equilibrata con il Querceto che prova a lanciare in profondità per allungare il Vieusseux  creandogli difficoltà a ripartire tranquillamente.

Per un quarto d’ora non ci sono occasioni da entrambe le parti, poi tutto cambia, improvvisamente. Da un fallo laterale contestato e invertito, scaturisce un corner, anche questo frutto di incomprensione tra arbitro e c.l. Il corner viene battuto e sulla spizzata arriva Di Carlo sul secondo palo che insacca. Il colpo mette in crisi il Vieusseux che subisce il raddoppio dopo pochi minuti su azione da corner fotocopia: e’ ancora Di Carlo che svetta e mette dentro la sua personale doppietta.

Il Vieusseux prova a reagire, ma sfiora il gol solo con un bolide su punizione di galletti che sfiora il palo a portiere fermo.

Poi arriva il festival delle palle perse in uscita, letali con il Querceto. Sul  primo appoggio errato di Fioretti l’attaccante non riesce a battere Caputo, ma si rifà poco dopo su palla persa al limite da beneduce e non perdona e’ 0-3, ma la tempesta non e’ ancora finita, in quanto sempre nell’arco di questi 20 minuti da incubo, ancora una palla persa provoca una punizione a favore degli ospiti dai 25 metri e, questa volta tocca a Tarli togliere le ragnatela dal sette alla destra di caputo per il parziale 4-0 con il quale termina il p.t.

Il Vieusseux va al riposo con un fardello di 9 gol a 0 subiti in una gara e mezzo e c’e’ da giocare una ripresa in condizioni psicologiche devastanti.

Il gruppo si guarda in faccia con il Mister, non e’ il momento di fare processi, ma solo quello di tirare fuori l’orgoglio .

Il s,t, parte già piuttosto bene, ma al 48′ vanno dentro Suriano, Portomeo e  Carisio con la squadra che si dispone ora con il 4-3-3. Passano solo 2 minuti e galletti bricia l’avversario su lancio lungo e , con la palla che rimbalza esplode un destro preciso e potente che scuote la rete, veramente un bel gol che  da’ fiducia tanto che il Vieusseux attacca a tutto spiano ed il querceto, forse anche un po’ rilassato dal largo vantaggio, appare sorpreso dalla veemente reazione di una squuadra sino a pochi minuti prima praticamente distrutta. Ci provano in diversi, ma il 2-4 arriva al 20′, con Righi di testa su corner da destra e la partita potrebbe clamorosamente riaprirsi.

Il Vieusseux non demorde sino al termine, lotta finalmente su tutti i palloni, cerca in tutti i modi di arrivare alla conclusione, a volte affrettandola, ma non riesce piu’ a trovare la via della rete nonostante i molti corner e le mischie in area avversaria.

La gara finisce cos’ con la seconda sconfitta, se non altro mitigata dalla reazione del s.t., da quale si deve subito ripartire per affrontare lo sprint play off con squadre che stanno viaggiando ora fortissimo.

La prossima gara sarà un altro scontro diretto con il Grassina (giovedì 10 in trasferta), vedremo chi potrà essere recuperato e chi invece mancherà, ma dover cambiare ogni gara e’ ormai abituale da inizio stagione.

Giovedì allenamento al Cerreti, poi altro allenamento in data da definire prima del match con il Grassina.

Visto il s.t. di ieri sera pare che non si tratti di calo atletico, ma piuttosto di stanchezza mentale oppure di scarsa concentrazione e proprio su questo ci sarà da lavorare per affrontare al meglio queste ultime decisive 5 giornate di campionato.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

Lascia un Commento