PostHeaderIcon ANTELLA SCONFITTA 2-1, NERVI SALDI E CARATTERE PERMETTONO LA RIMONTA.

29.05.18 – 10:00

Vieusseux – CRC Antella  2-1 (0-1)

Reti: 22′ A, 54′ Liperoti, 70′ Quattrocchi

Arbitro: Sig. Sgaragli voto 6,5 dirige con sicurezza e buon senso una gara fondamentale per gli obiettivi delle due squadre. Colloquia con i giocatori, non eccede mai nei gialli e frena ogni eccesso di agonismo aiutato dalla sua grande esperienza.

Vieusseux

Versari 7, Fioretti 5,5 (41′ Gadducci 6+), Lazzeroni 6,5, Beneduce 5,5 (41′ Galletti 6+), Dafichi 6, Righi 6, Biancalana 6 (78′ Portomeo SV), Suriano 6+ (62′ Carisio 6+), Liperoti 7, Quattrocchi 7, Armillei 6 (65′ Bravi 6); a disp: Gabbrielli, Baggiani Metafonti R.; All: Benedetti

Commento

Partita cruciale per entrambe le squadre in un finale di campionato dai mille intrecci, il Vieusseux deve difendere il 5° posto dall’attacco del Grassina (vincente a Bagno a Ripoli…), mentre l’Antella cerca i punti salvezza per non dover giocare un drammatico spareggio con il Fiorenza all’ultima giornata, mentre le altre pericolanti (Colli Alti, Pontassieve, bagno a Ripoli e Rosa Blu osservano interessate).

L’Antella e’ preannunciata al completo ed in grande forma, nel Vieusseux non disponibili Barberi, Fedi, Ostuni e Mennini. La scelta cade sul 4-3-3, in difesa Fioretti va a destra, nel mezzo Armillei affiancato da Beneduce e Sutiano, davanti Biancalana e Quattrocchi alle spalle di Liperoti, Antella con il 4-4-2..

Glòi ospiti sono seguiti da un folto gruppo di supporters che li inciteranno dall’inizio alla fine in modo, comunque molto corretto.

Nei primissimi minuti la gara e’ piuttosto bloccata, le squadre appaiono prendere le misure senza sbilanciarsi troppo, ma eì questione di poco. L’Antella prende progressivamente campo, appare piu’ motivata, piu’ pimpante, piu’ predisposta al gioco, mentre il Vieusseux pare ripetere una di quelle gare in cui l’interruttore non viene mai premuto e rimane spento nelle idee e nelle gambe. Con il passare dei minuti la supremazia degli ospiti si fa imbarazzante tanto che il portiere ospite  viene chiamato in causa solo per parare a terra un tiro fa fuori di Quattrocchi, mentre i pericoli dalle parti di Versari iniziano a fioccare. Il portierone e’ in serata ed e’ attento nelle uscite basse, ma niente puo’ al termine di una azione prolungata in area del Vieusseux con vari svarioni difensivi ed il gol manda in visibilio giocatori e pubblico. La reazione del Vieusseux e’ inesistente, i giocatori appaiono rassegnati e di azioni neppure l’ombra, l’Antella pare sul punto di raddoppiare da un momento all’altro e solo un grande Versari tiene a galla la squadra con un paio di interventi (uno strepitoso in uscita) decisivi, ma la barca fa acqua da tutte le parti ed a niente serve ripiegare sul 4-4-1-1 per coprire meglio gli spazi, l’unica speranza e’ resistere con il minimo svantaggio sino al termine del tempo per poi riordinare le idee, cambiare qualcosa e puntare sull’ormai consolidata condizione fisica che non ha mai tradito la squadra in questa stagione.

L’intervallo arriva come una panacea per il Vieusseux ed i pochi minuti di riposo servono per scuotersi dall’apatia, per caricarsi in vista della ripresa e per una decisa, quanto sorprendente, svolta tattica. Il Mister, infatti, visto l’andamento del p.t. decide di rischiare un inedito 3-5-2; escono Fioretti e Beneduce, apparsi sottotono, per far posto a Galletti e Gadducci, i quali prenderanno possesso delle fasce. Dietro rigide marcature con Righi a fare da ultimo uomo (una volta si chiamava libero); Quattrocchi va a fare il 3/4 mentre Biancalana affianca Liperoti.

Si riparte e la variante ha subito effetto, si respira da subito un’aria diversa in campo, ora il Vieusseux prova le giocate e porta diversi effettivi in avanti, mentre l’Antella appare piuttosto indecisa su come contrapporsi alla nuova situazione, perde le sue sicurezze e, complice anche un certo calo fisico, perde metri, ma sopratutto si disunisce, come in occasione del gol del pareggio, quando Galletti recupera un gran pallone sull’out di sinistra nella propria metà campo, serve Suriano che lancia immediatamente verso Liperoti cogliendo sbilanciata tutta la squadra avversaria, incomprensibilmente scoperta, il bomber calabrese fa qualcosa di eccezionale agganciando la palla al volo a seguire verso il centro dell’area per poi far partire un dolce quanto preciso pallonetto che supera il portiere avversario, chapeau!! Gol n. 21 per Gaetano che viaggia per i 40 anni, non avrà piu’ la brillantezza di un tempo, ma e’ ancora capace di prodezze del genere. Il Gol e’ una mazzata anche psicologica per l’Antella, che ha bisogno assoluto della vittoria per togliersi dai guai, ma anche il Vieusseux deve vincere per contro sorpassare il Grassina.  E’ evidente che gli ospiti si stanno un po’ disumendo, ritrovano le forze per spingere , ma senza rendersi pericolosi, mentre il Vieusseux appare ora compatto ed in attesa di piazzare il colpo decisivo. Dopo una fase di equilibrio, vanno in campo forze fresche come Carisio e Bravi che rilevano i compagni Suriano e Armillei. Va detto che i subentranti inpattano tutti molto bene contribuendo in modo importante al finale di gara.

A 10′ dal termine proprio Carisio serve Quattrocchi sulla destra e il “10″ incrocia un tiro non potente , ma preciso che si insacca in diagonale sul palo lontano ribaltando il risultato e gettando nello sconforto l’Antella che ora si vede sfuggire di mano una gara che forse pensava di vincere con facilità dopo il suo gran primo tempo.

Nel finale l’Antella getta il cuore oltre l’ostacolo per cercare il pareggio che gli darebbe l’opportunità, se non altro, di giocare la partita decisiva con il Fiorenza con il vantaggio di 2 risultati su 3, ma il Vieusseux si chiude ora prima con un 5-3-2 bloccando gli esterni ed infine tornando con la difesa a 4 negli ultimissimi minuti di gara. Così facendo i pericoli su azione sono praticamente azzerati anche se gli ospiti sfiorano il pari con un gran colpo di testa su corner, ma Vierone e’ ancora insuperabile e sigilla il risultato.

Al triplice fischio molto bello l’applauso che i sostenitori dell’Antella rivolgono ai loro giocatori che vanno a ringraziarli per il sostegno; applauso meritato per una gara molto ben giocata (sopratutto nel p.t.), ma forse non altrettanto ben gestita nel momento decisivo,

Un Vieusseux quindi double face, irriconoscibile nel p.t., molto concreto e cinico nel secondo, dove ha dimostrato anche una notevole dose di carattere e di solidità mentale in quanto ribaltare questo tipo di gare non e’ assolutamente facile, ma e’ anche la dimostrazione che, se i valori ci sono, esiste sempre una soluzione anche alle situazioni piu’ complicate. Quindi un bravo a tutti però a metà visto l’approccio (e questa e’ ormai una consuetudine preoccupante) assolutamente negativo.

Il “gufo” metaforicamente inviato dal Grassina sul nostro campo ha trovato il trespolo occupato dai gufi delle altre pericolanti ,

da ieri sera tutte matematicamente salve, ed ha avuto la peggio, ma la corsa ai play off non e’ ancora chiusa e tutto si deciderà all’ultima giornata, precisamente giovedì al termine delle gare Colli Alti-Vieusseux e Grassina -San Felice, quindi serve ancora massima concentrazione per prolungare sino a giugno la stagione.

Per il momento ci si ritrova giovedi per allenamento al cerreti.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


Lascia un Commento