PostHeaderIcon antella – vieusseux 0-0 un pari carico di significati.

09.10.18 – 18:00

CRC Antella – Vieusseux 0 – 0

Vieusseux

Verasri 7, Baroni 6,5, Matteucci 6,5, Beneduce 6,5, Righi 7, Suriano 6,5, Galletti 6 (62′ Carisio 6,5), Biancalana 6 (74′ Bravi SV), Liperoti 6, Ostuni 7, Lazzeroni 7; a disp.: Rispoli, Portomeo, Severi, Gabbrielli, Dafichi, Piccini; all.: Benedetti

D.G. voto 5,5 alcune punizioni discutibili, alcuni fischi in ritardo, comunque non determinanti.

Quest’anno la prima di campionato era un appuntamento atteso  con un certo timore rispetto al passato, a causa di vari fattori tra i quali ricordiamo  la perdita di validi elementi quali Armillei, Quattrocchi, Barberi, Fedi, Ranieri che, per vari motivi (nessun passaggio ad altre squadre sia chiaro) non fanno piu’ parte della rosa, gli esperimenti tattici provati nelle varie amichevoli che non avevano dato indicazioni confortanti ed, anzi avevano fatto crescere la preoccupazione nell’ambiante e, per ultime le perduranti assenze di Trimboli e Gadducci e, quella, dell’ultima ora di Dafichi.

Sull’altro piatto della bilancia la solidità del gruppo e la voglia di dimostrare che, nonostante tutto, il gruppo e’ ancora competitivo.

Memore delle gare dello scorso campionato contro l’Antella, che, pur sconfitta, mise alla frusta il Vieusseux, il mister vara un “quassi inedito” 3-5-2 per cercare di dare maggiore densità in mezzo al campo, confidando nella buona gamba dei due esterni a tutta fascia. considerando che  il Vieusseux ha sempre alternato il 4-4-1-1 ed il 4-3-3, sino all’ultimo allenamento e che il nuovo schema non era quasi mai stato messo in pratica, questa scelta poteva apparire un azzardo, ma così non e’ stato.

Squadre in campo accolte dai cori degli ultras dell’Antella e da una coltre di nebbia provocata dai fumogeni che davano alla gara un immagine di partita importante, oltretutto giocata su di un bel manto  erboso.

Si parte e l’ Antella sfiora subito il gol con un inserimento del n. 10, il quale tra Righi e Matteucci, trova il modo di calciare sfiorando il palo di  cersari. Grande brivido, ma, da quel momento la gara si giocherà su di un piano di perfetto equilibrio, senza che le due sqyadre riescano a prendere il sopravvento l’una con l’altra; la tattica del Vieusseux riesce a bloccare tutte le iniziative dei padroni di casa, la squadra pressa già dagli attaccanti ed il centrocampo accorcia bene le distanze, gli esterni fanno un movimento continuo, ora attaccando, ora difendendo, mentre la difesa a tre non fa passare neanche uno spillo, con Matteucci che fa la sua parte egregiamente.

Le occasioni scarseggiano, l’agonismo rimane alto, ma le difese hanno sempre la meglio; verso la fine del tempo anche il Vieusseux ha la sua occasione, su azione da angolo Righi sta per appoggiare in rete di testa da zero metri, ma la palla gli viene sporcata qusi miracolosamente e tutto sfuma.

Al rientro in campo stessa musica, con il Vieusseux che, con il passare dei minuti appare piu’ tonico degli avversari e questo di denota dalle ripartenze, portate acavnti con diversi effettivi, mentre i padroni di casa si affidano spesso a lanci in profondità verso le rapide punte, ma la difesa ospite contrasta bene o applica la tattica del fuorigioco con successo.

Il Vieusseux ha una bella occasione con un colpo di testa di lazzeroni su bel traversone di Suriano dalla sinistra, poi Versari si guadagna il suo 7 in pagella con una bellissima parata sulla sua destra con la quale ribatte un pericolosissimo tiro, con l’azione che aveva preso il via nonostante il c.l. stesse segnalando all’arbitro la sostituzione del Vieusseux, errore che poteva anche pregiudicare il risultato.

A questo punto, e siamo a metà tempo, entra Carisio al posto di un Galletti stanco per i pochi allenamenti che il lavoro gli consente di fare, ma questa volta, l’estroso centrocampista entra veramente bene nel cuore della gara e da’ il suo bel contributo per un finale che , con un pizzico di fortuna e lucidità in piu’, avrebbe potuto anche  regalare i tre punti al Vieusseux, che, comunque sfiora la marcatura proprio nel recupero, con Ostuni, il cui diagonale da destra, viene leggermente deviato da un avversario e fa la barba al palo con il portiere praticamente battuto.

Finisce così a reti inviolate, un risultato giusto di una bella gara, equilibrata e ben giocata dalle due squadre che si sono date battaglia dal primo all’ultimo minuto, ma in modo sostanzialmente corretto.

Punto conquistato a parte, buone sono state le indicazioni emerse dalla squadra, che si e’ applicata ed ha seguito alla lettera i dettami del proprio allenatore, mostrando concentrazione  ed anche una buona condizione fisica generale. Manca qualcosa in avanti, ma allenandosi e provando anche soluzioni alternative, le cose non possono che migliorare.

Giovedì allenamento al Romagnoli, in campo alle 21,00 importante esserci.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


Lascia un Commento