PostHeaderIcon pontassieve-vieusseux 3-4, una vittoria che vale doppio.

23.10.18 – 09:15

Pontassieve – Vieusseux  3-4 (2-3)

Reti: Lazzeroni, P., Galletti, P. Liperoti, P., Suriano

Espulsi: Liperoti (V) al 35′, Lapi (P) al 70′

Arbitro: voto 6 nessun errore determinante, ineccepibili le due espulsioni.

Vieusseux

Caputo 5, gioca la prima partita dopo diversi mesi, incolpevole sui primi due gol, si fa sorprendere fuori dai pali sul “tiraccio” a  palombella dalla distanza:

Rispoli 7 , all’esordio nell’11 titolare dopo lo spezzone giocato con il San Lorenzo, gioca una partita attenta, disciplinata senza voler strafare, da’ sicurezza al reparto;

Lazzeroni 7, sblocca la gara, con un piattone al volo su corner, solita grinta, solito impegno, buona prova;

Beneduce 6,5, lotta come un leone a centrocampo, non puo’ giocare di fino e lo sa, ma riesce ad essere anche disciplinato;

Dafichi 6,5, nel complesso gioca una buona partita, perde mezzo voto per la mancata marcatura sul primo gol di testa su corner;

Righi 6,5, stesso discorso per il suo compagno di reparto, stessa prova, stesso errore;

Galletti 7, sbaglia 2 gol facili facili nel p.t., ma ne realizza uno splendido dal limite in girata, e’ continuo, finalmente una gara senza pause;

Suriano 6,5, garantisce qualità e geometrie a centrocampo, il gioco passa spesso dai suoi piedi, ogni tanto perde la posizione, ma ha il merito di trovare il gol vittoria;

Liperoti 5, dispiace dare l’insufficienza al capitano che aveva anche giocato una buona gara realizzando il temporaneo 3-2, ma la reazione che gli costa il rosso neanche a metà partita e’ un errore troppo grave  che poteva costare molto caro;

Biancalana 6,5, gara di gran sacrificio, sopratutto dopo l’espulsione di Gaetano, regge il reparto da solo aiutando la suadra a salire e facendosi trovare sempre sugli appoggi, gli manca ancora il gol, ma arriverà..;

Gabbrielli 7, stesso discorso fatto per Rispoli, mandato dentro a sorpresa , risponde con una partita di sostanza, usa la tecnica per gestire al meglio i molti palloni giocati, fa le cose semplici ed  il gioco ne trova giovamento, fornisce l’assist a Lazzeroni;

Carisio e Mennini SV entrano nel finale e danno il loro contributo a portare in porto la vittoria.

All. Benedetti , dopo 2 partite in cui ha utilizzato il 3-5-2, torna al classico 4-4-2 , sicuro rifugio nei momenti difficili, la squadra lo segue rispettando al meglio le consegne.

A disp: Ciancia, Piccini, Fioretti, Baggiani, Portomeo e Fioretti.

Dopo la bruciante ed immeritata (sopratutto per il modo in cui era arrivata) sconfitta casalinga con il San Lorenzo, il Vieusseux era tteso alla difficile trasferta di Molin del Piano contro il Pontassive, avversario  storicamente ostico negli ultimi anni; squalificato Ostuni, assente Baroni ed ancora indisponibili Gadducci e Trimboli, oltre a Bravi e severi, viene dato un turno di riposo al portiere Versari con la squadra schierata con il collaudattissimo 4-4-2, ormai  conosciuto a memoria.

Le scelte per sotituire i 2 assenti di giornata cadono su Rispoli e Gabbrielli, apparsi in buone condizioni negli allenamenti e meritevoli di giocarsi un occasione da titolari.

Da subito il Vieusseux appare in buona serata, non spreca palloni, i giocatori si muovono negli spazi, vengono ioncontro aai portatori di palla e la circolazione di palla appare fluida con alternanza di lanci in profondità mai però casuali. I padroni di casa appaiono abbastanza sorpresi, non riescono ad organizzare trame di gioco ed insistono molto sulle palle lunghe già dalla difesa.

Al terzo corner nel giro di 15′ il Vieusseux va in gol con Lazzeroni, bravo ad inserirsi sulla parabola disegnata da Gabbrielli ed a mettere dentro al volo con un bel piattone sotto misura;  si batte al centro, ma i giocatori di casa perdono palla , si inserisce Galletti che si trova a tu per tu con il portiere avversario, ma mette fuori la piu’ facile delle palle gol. Brutti presagi e la legge del calcio si materializza dopo pochi minuti, al secondo corner, dopo che già nel primo il colpo di testa era finito fuori, arriva il pari, sempre di testa con Daafichi sorpreso dall’avversario.

Si riparte come se nulla fosse accaduto, il Vieusseux continua a cercare il gioco a terra con i giusti movimenti senza palla e continui appoggi, la palla arriva a mezza altezza a galletti, il quale, dal limite destro dell’area, si coordima e trova una splendida girata incrociando il tiro che batte il portiere, gol molto bello. Il copione sin ripete inesorabilmente,  punizione dalla tre quarti sinistra per i padroni di casa e nuovo anticipo di testa, questa volta su righi, con palla che finisce in rete per il,2-2.

Gol che potrebbe scardinare le certezze di serata del Vieusseux, che trova ancora la forza di riportarsi avanti e trova il nuovo vantaggio con Liperoti, abile a girare in porta il classico assist di galletti da rimessa laterale. I padroni di casa accusano il colpo e Galletti sfiora ancora il gol mettendo a lato in diagonale da ottima posizione. Come con il san Lorenzo, la gara ha una svolta al 35′ quando Liperoti viene a contatto con il n. 5 avversario, rimedia una pedata in bocca che gli procura una taglio al labbro, ma non riesce a trattenere la reazione e spintona l’avversario, inducendo il D.G. a mandarlo anzitempo negli spogliatoi decisione corretta data la platealità del gesto. Anche se puo’ essere capibile il motivo della reazione, ma un giocatore della sua esperienza, in un momento così delicato non dovrebbe mai lasciarsi andare a leggerezze del genere anche per il proseguo del campionato oltre che per la gara in corso che rischiava seriamente di venire compromessa. Facile a dirsi da fuori, a volte l’adrenalina ti manda fuori giri, ma i fatti  vanno giudicati per quelli che sono.

Si va al riposo , quindi sul 3-2.

Si riparte piuttosto bene, la squadra appare molto tonica ed anche in 10 copre molto bene il campo e non rinuncia certo a giocare, Biancalana svolge un lavoro di gran sacrificio pressando e andando incontro per far salire i compagni, oltre a conquistare diverse punizioni , ossigeno puro. Il Pontassieve cerca in tutti i modi di trovare la chiave per scardinare la porta di Caputo, cambia 5/6 giocatori, ma praticamente no tira mai in porta e per questo fa ancora piu’ rabbia il modo con il quale trova un clamoroso pareggio. Il n. 15, appena entrato in campo rincorre un pallone che sta uscendo sull’out laterale di sinistra e  dalla tre quarti colpisce la palla (a parer nostro senza intenzione di tirare in porta) e trovando una traiettoria a pallonetto che sorprende Caputo fuori dai pali e si insacca beffardamente alle sue spalle

L’episodio e di quelli traumatizzanti in una fase decisiva della gara, l’ipotesi di un crollo mentale, oltre che fisico, dato il lungo tratto di gara giocato in inferiorità numerica, assume contorni piuttosto realistici, ma il Vieusseux di stasera e’ di quelli che non demordono mai, di quelli che ne hanno fatto negli anni una squadra speciale, capace di tirare fuori il meglio di se’ nei momenti piu’ difficili.

Al Pontassieve viene annullato un gol in mischia per fuorigioco, piuttosto contestato, ma azioni pulite da gol non se ne vedono e la cosa che appare piu’ sorprendente e’ che in campo ci sono ancora i soliti dall’inizio della gara, in 10 dal 35′ che sembrano correre piu’ degli avversari, i quali con i numerosi cambi dovrebbero essere piu’ freschi.

Il Dio del pallone decide, a questo punto, di premiare la volontà e l’impegno del Vieusseux, così Suriano prova il tiro dalla distanza ed il portiere avversario e’ incerto e non riesce a trattenere la palla che va in rete per il 4-3. Da segnalare un paio di trame tutte di prima in triangolazioni rapide imbastite dal Vieusseux, prima che, a 10′ dal temine si ristabilisca la parità numerica in campo per la doppia ammonizione di un difensore del Pontassieve. Vanno quindi in campo Carisio e Mennini che rilevano gli ottimi Gabbrielli e Galletti per dare maggior copertura a centrocampo, ma l’ultima emozione arriva quasi al termine della gara, quando su lancio in profondità l’attaccante anticipa Caputo e tira debolmente verso la porta con il pallone che rotola verso la rete, ma si ferma contro il’palo di sinistra, prima di essere ricacciato fuori, roba da infarto.

La gara termina al 46′ senza ulteriori emozioni (ce ne sono state abbastanza…) ed i tre punti, ma sopratutto le circostanze e la prestazione sono un toccasana per il morale e per la classifica nell’ottica di un campionato che appare equilibratissimo e molto difficile., come già lo sarà la prossima gara con la Rosa Blu, dove mancheranno sicuramente Liperoti (squalifica), Galletti e Righi (lavoro), ma il Vieusseux ha le risorse per sopperire anche a queste ulteriori assenze.

Giovedì allenamento , puntuali per iniziare alle 21,00 al Romagnoli, ora  piu’ che mai e’ fondamentale la presenza di tutti, perche’ tutti possono essere determinanti in questa annata in cui il gruppo dovrà andare avanti a tutto.

BRAVI RAGAZZI, ORGOGLIO VIEUSSEUX.


Lascia un Commento