PostHeaderIcon vieusseux che succede? ieri sconfitta 1-2 con il san miniato , ma gioco involuto ed errori decisivi. Così non va!!

01.02.19

Vieusseux – San Miniato 1-2  /1-1)

Rete: Suriano al 30′

Vieusseux:

Versari 5,5, Fioretti 6, Lazzeroni 6, Beneduce 5,5 (79′ Baggiani SV), Dafichi 5,5 (81′ Biancalana SV) Baroni 5,5, Trimboli 5,5, Suriano 5,5 (41′ Aresta 5,5), Liperoti 5,5, Galletti 5,5, Righi 5,5; a disp: Gabbrielli, Portomeo, Antonini, Metafonti R.; all: Benedetti

I propositi di dare continuità alla bella prova di Grassina  si  sono sciolti come neve al sole e come troppe volte sta accadendo in questa prima fase di campionato. Stavolta non ci sono alibi dati dalle assenze, la squadra si presentava quasi al completo.

Lo schieramento iniziale era il 4-3-3 delle ultime uscite, poi corretto in un piu’ scolastico 4-4-1-1 viste le difficoltà nello sviluppare gioco, ma i risultati sono stati minimi.

Quello che preoccupa, in una partita del genere e’ un po’ tutto: il gioco praticamente inesistente con  il pallone che pareva scottare e veniva lanciato in avanti senza molto costrutto alla ricerca di qualche spunto personale degli attaccanti, le misure in tutte le zone del campo non mantenute con evidenti difficoltà sia nel proporre trame di gioco sia nel portare un pressing efficace sugli avversari, una mancanza di concentrazione e di cattiveria sotto porta per sfruttare le diverse occasioni da gol capitate (in modo comunque iccasionale), ingenuita’ e sbavature difensive che hanno concesso tre legni e due gol regalati agli avversari, i quali si sono portati a casa tre punti senza neppure sudare molto.

Forse la disamina pare troppo spietata, ma la gara ha presentato proprio questa realtà. C’e’ da sperare un una serata no di tutta la squadra, salvo pochissime eccezioni, ed in un immediato cambiamento di rotta, visto che la settimana prossima siamo attesi da due veri e propri scontri SALVEZZA (la classifica parla chiaro) con BOMBER GROUP (lunedì all’AFFRICO) e con il L cdp GREVE (Ggiovedì al Ferrone).

A questo punto e’ bene che ognuno si prenda le proprie responsabilità, giocatori, tecnici e dirigenti per far sì che questa stagione non sia di sofferenza sino alla fine. Le qualità  tecniche, temperamentali ed atletiche non mancano, quello che e’ da ritrovare e’ lo spirito di gruppo e la voglia di sacrficarsi per il gruppo, di aiutare i compagni in difficoltà ed il coraggio di proporre sempre gioco , qualità che di regola abbiamo sempre messo in mostra. Poi mettere piu’ attenzione nei particolari e mantenere sempre alta la concentrazione; tutte cose facili a dirsi, al limite dell’ovvietà, ora vediamo di metterle in pratica davanti al giudice supremo: il CAMPO. AVANTI VIEUSSEUX

Lascia un Commento