PostHeaderIcon la serie nera si allunga: 2-3 con l’antella

20.02.19 – 14:00

Vieusseux – CRC Antella 2-3 (1-3)

Reti: Liperoti, Lazzeroni

Arbitro: Sig. Sgaragli 6

Vieusseux:

Versari 5,5, Baroni 5,5 (70′ Fioretti SV), Lazzeroni 5,5, Beneduce 5,5 (62′ Gadducci 6), Dafichi 6 (70′ Pasqual SV), Righi 6 (80′ Antonini SV), Ostuni 6, Suriano 5,5 (66′ Aresta 5,5), Aresta 6, Liperoti 6, Galletti 5,5; a disp: Severi, Portomeo, Matteucci; all: Benedetti

La gara vs Antella, oltre ad essere la prima del girone di ritorno, era anche il primo scontro diretto per quello che riguarda la attuale classifica, in zona salvezza. Sicuramente di cio’ tutti ne eravamo consapevoli dell’importanza della gara, ed, ad eccetto di Trimboli e Biancalana, (tra i possibili titolari) ttutti i giocatori erano a disposizione del Mister, che ha deciso di schierare una formazione piu’ o meno con lo stesso modulo con cui aveva affrontato il San Felice, ovvero un 4-2-3-1 con Liperoti qualche metro piu’ indietro rispetto al solito.

Continuando nella scia delle precedenti gare con il Vieusseux, l’Antella parte molto forte, pressa alto e porta la linea difensiva quasi a ridosso del centrocampo, mettendo spesso in off side gli attaccanti di casa, mentre gli uomini del reparto avanzato appaiono molto mobili e riescono sistematicamente ad uscire dalle marcature anticipando i rispettivi controllori, così che il pallino del gioco e’ quasi sempre il mano loro.

Il Vieusseux non riesce proprio a fare gioco, il centrocampo  viene spesso saltato con lunghi lanci , con la inevitabile conseguenza di un progressivo scollamento tra i reparti e l’inserimento negli spazi degli avversari che, pur non arrivando a conclusioni pericolose, danno l’impressione di poter sbloccare la gara da un momento all’altro.

I ritmi sono alti ma da una parte si nota una squadra che corre (e sa come e dove), dall’altra una squadra che rincorre e, purtroppo, questa e’ il Vieusseux.

Nonostante cio’, un lancio a tagliare trova pronto Liperoti  sulla sinistra che aggira difensore e portiere e mette dentro quasi a sorpresa. Il vantaggio sembra dare forza al Vieusseux che, sempre in ripartenza, riesce a costruire un paio di buone iniziative che portano al tiro prima Ostuni , conclusione centrale parata e poi Liperoti di testa alto su bel cross di Galletti, ma l’inerzia della gara pende sempre a favore dell’Antella che mette in area diversi palloni alti che creano pericolo. Proprio su uno di questi Versari esce, ma smanaccia il pallone debolmente e l’attaccante lo supera.con un dolce tocco sulla ribattuta.

Siamo intorno a metà tempo, la situazione non cambia, il Vieusseux si limita a contenere le iniziative degli ospiti che trovano il vantaggio alla mezzora; una verticalizzazione in area  vede Lazzeroni anticipare l’attaccante con una buona diagonale, ma la palla tocca il petto e gli sfugge davanti, l’avversario e’ lesto ad inserirsi e bruciare Versari in uscita ribaltando il risultato. Si va avanti senza altri scossoni verso l’intervallo, dove potranno essere messi a punto gli opportuni aggiustamenti,ma proprio all’ultimo minuto la palla viene sventagliata  dal centrocampo sulla destra da dove parte un traversone radente raccolto in corsa sull’altro versante dall’attaccante che anticipa Baroni e mette dentro il 3-1 con il quale si chiuse il tempo.

Al rientro in campo il Vieusseux rimane con gli stessi effettivi, ma il modulo diventa un 3-5-2 per dare maggiore densità in mezzo al campo e piu’ spinta sulle fasce. In effetti, anche per un certo calo fisico dell’Antella, che non poteva tenere i ritmi del p.t. e si pone a protezione del risultato ed una discretaa crescita del Vieusseux la gara diventa piu’ equilibrata ed ora ed il Vieusseux che cerca di guadagnare metri con azioni ora meno confusionarie ed occasionali rispetto al p.t. pur senza brillare in precisione e scelte azzeccate in prossimità dell’area avversaria.

Dopo un paio di angoli ed un paio di conclusioni a lato o deboli, arriva il gol che riaccende le speranze dei padroni di casa. Galletti batte una punizione dalla tre quarti sinistra avversaria e taglia in area un pallone sul quale si avventa Lazzeroni che realizza il 2-3.

Da qui al termine della gara il Vieusseux esercita una costante, ma sterile supremazia territoriale che non produce pericoli importanti per il portiere avversario, mentre l’Antella si limita a sporadiche azioni in ripartenza, ma porta a casa i tre punti senza neppure troppo affanno nonostante il minimo scarto.

E così, per l’enesima volta si materializza una sconfitta di misura. Purtroppo nelle ultime due occasioni ai primi tempi giocati sotto tono  si sono contrapposte riprese in crescita, mentre nelle altre occasioni era accaduto il contrario, la costante sono i ripetuti errori individuali che vengono sempre pagati a caro prezzo, la costante sterilità offensivam spesso figlia di un gioco che non finalizza quasi mai le azioni, la morale e’ che cambiando gli addendi il risultato non cambia ed e’ sempre sconfitta, con la classifica che si fa ancora piu’ traballante e non si puo’ continuare a sperare nelle disgrazie altrui, ma va decisamente cambiata rotta e trovata la chiave giusta, sia morale che tecnica per uscire da questa pericolosa impasse E DOBBIAMO FARLO TUTTI INSIEME.

Le due gare all’orizzonte, giovedì e lunedì prossimi, sono di quelle da non far dormire sonni tranquilli, contro Querceto e San lorenzo, ma proprio nell’ottica di non aver niente da perdere potrebbero essere l’occasione per ritrovare  quello spirito che ha contraddistinto il Vieusseux degli ultimi anni.

Non e’ certo facile trovarsi da anni in cui l’obiettivo erano i paly off o i regionali diretti ad un anno in cui si e’ pesantemente invischiati nella lotta per la salvezza, ma le doti di un gruppo si devono vedere proprio in queste  situazioni, lasciando da parte polemiche o scoramento per concentrarsi  su ogni singola gara come se fosse quella decisiva.

L’obiettivo ha lo stesso valore, ed anzi di piu’, di qualsiasi altro un questo momento.

Le convocazioni per domani saranno pubblicate a breve.

Avanti Vieusseux, vietato mollare !!!

A.D.VIEUSSEUX CALCIO



Lascia un Commento