PostHeaderIcon 55 minuti (quasi) perfetti poi ….finisce 0-3 con il club la lastra

26.03.19 – 10:00

Club La Lastra – Vieusseux 3-0 (0-0)

Vieusseux

Caputo 6, Portomeo 6-, Lazzeroni 6 (70′ Matteucci 6), Ostuni 6, Dafichi 6,5 (72′ Metafonti 6), Pasquale 6 (50′ Gabbrielli 6), Galletti 6+ (65′ Gadducci 6), Carisio 6, Liperoti 6 (71′ Baggiani 6), Trimboli 6+, Righi 6,5; a disp: Beneduce; all: Benedetti

Reti: 55′, 62′, 68′

Gia’ dalle valutazioni individuali dei giocatori si intuisce che il risultato non rende merito alla buona prestazione complessiva della squadra, punita, in questa occasione, in parte dal solito pizzico di sfortuna, in parte dalle numerosissime assenze (versari, baroni, Fioretti, Aresta Renato e Riccardo, Biancalana, Suriano, Piccini, Beneduce praticamente inutilizzabile…) senza tener conto del valore degli avversari )

Tattica a sorpresa, in campo va un 4-1-4-1 partorito in giornata con l’evidente scopo di togliere ogni spazio alla manovra avversaria; la disposizione e’ quella di non attaccare gli avversari nella loro metà campo, ma solo dalla linea di centrocampo e di ripartire sfruttando gli spazi con veloci manovre di rimessa per poi recuperare velocemente le posizioni; una specie di fisarmonica che, per tutto il primo tempo, toglie il respiro ai padroni di casa, incapaci di avviare qualsiasi manovra se non con un paio di lanci lunghi dietro la linea difensiva o con qualche sporadica azione perdonale del n. 10, gran bel giocatore di categoria superiore. Addiritturra e’ il Vieusseux che, recuperata palla sistematicamente, gioca con precisione e crea alcune buone situazioni, purtroppo non finalizzate a dovere per un soffio, senza tenere conto di una clamorosa traversa colpita da Galletti con un potente calcio di punizione dai 25 metri  con il portiere assolutamente battuto, (26′). Solo alla fine del tempo un occasione per La lastra, ma niente piu’.

La disposizione tattica prevedeva Trimboli davanti alla difesa con ai suoi fianchi Carisio e Righi, Ostuni e Galletti larghi e Liperoti unica punta e va detto che l’applicazione di tutti i giocatori e’ stata, per oltre 50 minuti, molto attenta ed i risultati si sno visti.

L’”ingranaggio si inceppa” all’inizio del secondo tempo, quando Pasquale (buono il suo rientro dall’inizio dopo diversi anni) e’ costretto ad uscire per un risentimento muscolare, al suo posto entra Gabbrielli che rileva, nella linea di centrocampo Righi, dirottato al centro della difesa. Ovviamente le caratteristiche del subentrato sono assolutamente diverse e, pur, avendo un buon impatto sulla gara, il muro Vieusseux inizia a sfaldarsi anche per il contemporaneo calo fisico di alcuni altri elementi.

Così, alla prima occasione, La Lstra arriva al tiro dal limite, il pallone prende il palo alla destra di Caputo e (guarda caso) ritorna proprio sui piedi di un altro attaccante che non deve fare altro che spingere il pallone in rete. Ancora una volta i centimetri tradiscono il Vieusseux, costretto ora ad aprirsi per tentare di recuperare il risultato con la conseguenza che gli spazi si allargano e gli avversari hanno buon gioco e trovano il raddoppio dopo aver vinto un paio di rimpalli in area. Il Vieusseux a questo punto non c’e'  piu’, anche se prova generosamente a rientrare in gara, ma, uno dopo l’altro sono costretti ad uscire Galletti, Lazzeroni e Liperoti tutti per vari acciacchi, i secondi due erano già scesi in campo in condizioni non perfette….

Arriva quasi per logica il terzo gol, mentre Gadducci sfiora la rete della bandiera che sinceramente avrebbe reso meno amaro il risultato,troppo severe per quello che si e’ visto in campo, sopratutto nella prima parte di gara.

Ripercussioni sul morale in vista dello scontro quasi decisivo della settimana prossima con il CDM se da un lato possono essere negative per l’ennesima sconfitta, possono anche rivelarsi di segno opposto per una prestazione buona al di la’ di tutte le ovvie considerazioni che uno 0-3 fanno scaturire.

L’invito a tutti e’ quello di preparare al meglio la prossima gara evitando rischi di infortuni o affaticamenti in partite di tornei senza senso o improvidi calcetti  (a 5/7)sempre forieri di complicazioni. Se ci teniamo al Vieusseux almeno per una settimana vediamo di fare un piccolo sacrificio collettivo per presentarci martedì prossimo al meglio della condizione psico fisica.

Giovedì allenamento al quale sarebbe bene essere presenti anche chi rimane a riposo precauzionale per fare gruppo.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

Lascia un Commento