PostHeaderIcon a testa altissima pur nella sconfitta con il san frediano

09.04.19 – 18:00

San Frediano – Vieusseux 3-1  (0-0)

Rete: Trimboli (rig.)

Arbitro: Sig. Poggiali 6,5 dirige bene una gara dai ritmi molto alti, che non presenta particolari contestazioni.

Vieusseux

Caputo 6,5, Portomeo 6, Piccini 6,5, Suriano 6+ (55′ Carisio 6), Dafichi 6,5 (75′ Pasquale SV), Righi 6,5, Galletti 6,5 (70′ Lazzeroni SV), Ostuni 6+, Aresta 6,5, Trimboli (75′ Metafonti M. SV), Gadducci 6+ (60′ Liperoti 6); a disp: Beneduce, Fioretti, Metafonti R.; all.: Benedetti

Sulla carta il pronostico era chiuso, si incontravano la seconda in classifica in piena lotta per il successo in campionato e il Vieusseux, al contrario, in piena lotta per la salvezza, oltretutto con diverse assenze ed alcuni effettivi presenti solo per onore di firma a causa di malanni fisici.

Confermata la disposizione tattica delle ultime gare, con Trimboli davanti alla difesa, accompagnato a centrocampo da Gadducci e Suriano, sugli esterni Galletti e Ostuni ed Aresta unica punta di movimento.

Al di la’ di tutto la squadra scende in campo molto determinata e  con maggiori certezze sul da farsi , rispetto a qualche tempo fa. Pur con interpreti diversi il modo di stare in campo pare ben assimilato. Il san Frediano prova da subito a forzare i ritmi, ma non trova sbocchi e tutti gli spazi vengono chiusi, spesso con opportuni raddoppi di marcatura che impediscono lo sviluppo di azioni corali.

Allora i padroni di casa si affidano ad azioni personali come quella del n. 10 Garden che scatta sulla destra e fa partire un diagonale molto bello che sbatte sotto la traversa e torna in campo; la risposta del Vieusseux, che in ogni caso ribatte colpo su colpo, non si fa attendere, al termine di una bella triangolazione Suriano tira dal limite sfiorando il palo.

Si combatte su ogni pallone, il San Frediano, non riuscendo a sfondare con la manovra prova con i lanci in profondità, ma la retroguardia del Vieusseux fa buona guardia ed intercetta quasi tutti i palloni, mentre nelle altre occasioni fa scattare la trappola del fuorigioco che spesso indispettisce i padroni di casa. Si prosegue sino al termine del tempo su ottimi ritmi, ma senza che le due avversarie riescano a creare altre importanti occasioni da gol, ma la gara e’ molto piacevole e, sorprendentemente, equilibrata.

Si riparte sulla stessa falsariga del primo tempo, il motivo conduttore della gara rimane lo stesso, con il San Frediano che ha piu’ possesso palla, ma non riesce a trovare alcun sbocco nella retroguardia ospite ed il Vieusseux che riparte sempre con lucidità accompagnando le azioni con diversi effettivi per poi ripiegare non appena l’azione si conclude. Bellissima l’azione che porta Galletti a sfiorare il vantaggio con un inserimento in corsa su bel lancio,purtroppo la palla gli scivola un po’ sull’aggancio volante ed il portiere e’bravo a chiudergli lo specchio della porta (50′); subito dopo e’ altrettanto bravo Caputo ad uscire sull’avversario ed a respingere.

Al 15′ esce Suriano, affaticato, ed entra Carisio con le stesse mansioni a centrocampo.

Dopo una punizione per parte respinte dalla barriera, al 20′ arriva il vantaggio del san Frediano; su punizione laterale da sinistra la palla filtra in area e viene deviata in rete in scivolata sul secondo palo. Potrebbe essere un colpo fatale che mette in ginocchio il Vieusseux, ma così non e’; entra Liperoti a posto di Gadducci con la squadra che avanza il baricentro e trova il meritato pareggio al 30′, quando il D.G. assegna un rigore per fallo di mano in area san fredianina. Dopo qualche protesta, Trimboli trasforma freddamente e la gara torna in equilibrio: 1-1.

A questo punto tutto pare possibile, ma, solo dopo 2 minuti viene assegnato un calcio di punizione poco fuori dall’area di rigore del Vieusseux, anche questa un po’ contestata per un possibile fallo precedente.

E, come già accaduto in altre occasioni quest’anno, anche in questa occasione gli avversari tirano fuori il coniglio dal cilindro  sotto forma di una conclusione capolavoro che si insacca senza lasciare scampo alcuno a Caputo.

Manca ormai poco al termine, il Vieusseux generosamente prova a reagire, ma, così facendo si espone alle veloci ripartenze del san Frediano che trova il gol dopo un batti e ribatti sotto porta e ne sfiora un altro con bella deviazione di Caputo in corner.

Finisce così con un 3-1 troppo severo per il Vieusseux, capace per 72 minuti si stare in campo alla pari degli avversari e punito dalla solita prodezza su calcio da fermo. Rimane l’amaro in bocca per non aver raccolto punti, ma solo complimenti che pero’ non fanno classifica mentre le gare diminuiscono e le dirette concorrenti non stanno a guardare (Pontassiev vince lo scontro con il Bomber, mentre il Greve vince a tavolino con il ritirato Campo di Marte).

A sette gare dalla fine del campionato la lotta si fa incandescente ed i punti peseranno da qui in avanti in modo determinante a partire dalla prossima gara con il San Quirico di martedì 16 al Romagnoli.

Sarà fondamentale prepararsi al meglio sia fisicamente (allenamento giovedi da non mancare) che mentalmente.

A.D.VIUSSEUX CALCIO

Lascia un Commento