PostHeaderIcon san frediano – vieusseux 2-1 dal paradiso all’inferno.

17.12.19 – 17:00

San Frediano – Vieusseux  2-1  (0-0)

Rete: Quattrocchi al 42′

Vieusseux

Beneduce, Piccini, Lazzeroni, Trimboli (62′ Carisio), Righi, Baroni, Galletti (75′ Portomeo), Marsicola, Liperoti (62′ Giorgetti), Quattrocchi, Aresta; a disp.: Versari, Metafonti, Matteucci, Suriano; all.: Benedetti

Arbitro: voto 5 indeciso in troppe circostanze,  due decisioni dubbie entrambe a sfavore del Vieusseux.

Nel solco delle precedenti gare, il Vieusseux si ripresenta con lo stesso modulo (4 2 3 1) con le varianti di Trimboli l posto dell’assente Aresta Renato e di Aresta Riccardo al posto di Suriano, influenzato.

Il primo tempo giocato dal Vieusseux, sotto tutti gli aspetti, e’ di quelli da incorniciare. La squadra aggredisce da subito gli avversari, li pressa alti impedendo loro ogni uscita pulita con la palla, ripiega coralmente a chiudere gli spazi con opportuni raddoppi e, riconquistata palla , riparte sempre con azioni veloci variano spesso il tema di attacco, ora con repentini cambi di gioco, ora con triangolazioni e sponde, ora con penetrazioni personali che mettono in grave difficoltà la capolista, che in tutto il primo tempo non arriverà mai ad impensierire Beneduce.

Dall’altra parte, invece le conclusioni arrivano numerose, ma come al solito, non sono mai letali. Ci prova prima Quattrocchi che manda alto, poi tocca  a galletti e Aresta provare il tiro ma senza fortuna; si arriva infine alle due clamorose occasioni che potevano indirizzare la gara a favore degli ospiti: prima e’ galletti, il quale lanciato in profondità brucia gli avversari involandosi verso la porta, arriva in area e piazza un rasoterra che il portiere devia miracolosamente di piede; passano pochi minuti e lo stesso Galletti sfugge al diretto controllore sulla sinistra e mette un assiste che chiede solo di essere spinto in gol a pochi centimetri dalla linea di porta, Liperoti ci arriva ma colpisce di testa in modo strano tanto che la palla gli sbatte addosso e viene respinta prima che varchi l linea  di porta, il CL e’ deciso e non assegna la rete.

Difficile capire come non sia stato possibile segnare  dopo aver creato azioni su azioni e costruito tali occasioni da gol, come si dice e’ mancata la classica ciliegina sulla torta . Inutile dire che in questi casi, poi, il calcio ti presenta il conto, spesso salato da pagare, ma e’ stato sicuramente il miglior primo tempo da anni ed anni a questa parte.

Nonostante tutto il Vieusseux il gol lo trova, proprio all’inizio della ripresa, quando galletti conclude un po’ defilato da sinistra, il portiere compie un altro bell’intervento, ma niente puo’ sulla successiva ribattuta di Quattrocchi, al primo gol dopo il suo ritorno al Vieusseux.

Il Vieusseux non abbassa la guardia ancora per qualche minuto, tanto che Trimboli impegna ancora il portiere avversario che devia in corner una bella punizione rasoterra dalla distanza, siamo intorno al 10′ e già si manifestano alcuni scricchiolii  nella tenuta del Vieusseux che inizia ad allungarsi  mentre il San Frediano aumenta la pressione non accettando la sconfitta. I padroni di casa si procurano, a loro volta, una clamorosa occasione con garden che spara alto da pochi metri, ma ormai il Vieusseux fa fatica ad uscire e sopratutto a ripartire coralmente.

Bendetti decide di sostituire Liperoti con Giorgetti, spostando Aresta nel ruolo di prima punta , schierando così u attacco molto rapido nella speranza di sfruttare qualche accelerazione negli spazi lasciati dal San Frediano, proteso in avnti. Purtroppo nelo stesso momento Trimboli, forse affaticato, chiede il cambio e subentra Carisio, giocatore con caratteristiche diverse. Neppure il tempo di assestarsi che il san Frediano conquista una punizione dal limite , la cui battuta viene deviata proprio dallo stesso carisio e si infila beffando Beneduce. Ora il san frediano e’ in piena fiducia e, proprio mentre Quattrocchi viene chiamato dalla panchina per arretrare per andare a comporre un centrocampo a tre, arriva un altra punizione per il San Frediano; questa volta la battuta trova pronto un attaccante alla deviazione che mette la palla in rete, che viene convalidata, nonostante le vibranti proteste per un presunto fuori gioco. Il san Frediano potrebbe segnare ancora con un tiro che colpisce la parte superiore della traversa e poi resiste al generoso, ma infruttuoso tentativo di recupero da parte del Vieusseux, che incassa tanti complimenti, ma torna a casa a mani vuote nonostante una bellissima prestazione almeno per 50 minuti.

Alla fine sono diverse le domande e gli spunti di riflessione forniti da questa partita, si va dai gol sbagliati che sono una costante dall’inizio del campionato, ai gol presi quasi tutti su calcio da fermo (rigori, punizioni o angoli che siano), alla sfortunata tempistica negli episodi decisivi, alla valutazione sull’opportunità delle sostituzioni (forzate o meno). ognuno puo’ dire la sua, purtroppo non ci sarà mai la controprova, quello che resta e’ il verdetto del campo che, come sempre, regna sovrano al di la’ delle opinioni.

Pur nell’amarezza della sconfitta deve comunque restare negli occhi di tutti la conferma di una identità di gioco che la squadra sta assumendo con il passare delle partite, con una netta inversione rispetto allo scorso anno, quando la squadra, per esigenze di classifica e…non solo, doveva badare prima di tutto a non prendere gol; ora appare coraggiosa e propositiva sin dai primi minuti ed e’ sempre alla ricerca di soluzioni di gioco che coinvolgano piu giocatori possibile. Sino ad ora si e’ raccolto molto meno di quanto seminato, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento, che con adeguata applicazione ed allenamento, oltre che una maggiore cattiveria sotto porta, porteranno sicuramente a raggiungere i risultati sperati.

Come si puo’ vedere non sono state attribuite le valutazioni personali in quanto il primo tempo e’ da 7 ampio collettivamente parlando, mentre nel secondo tempo si fatica  a raggiungere la sufficienza; quindi facendo una media la valutazione per tutti si puo’ attestare sul 6,5.

Ed ora si va alla pausa per le festività natalizie; domani cena all’Osteria del Milione (ore 21,00), poi ci sono tre allenamenti in programma il 27 il 30 ed il 2 per mantenere e, se possibile, migliorare la condizione atletica dell ‘intera rosa. Cerchiamo quindi di essere presenti, tanto piu’ che il 7 si riparte con la gara interna contro il Greve, formazione temibile di questo inizio di campionato.


Lascia un Commento