Archivi

PostHeaderIcon passaggio all’inferno e ritorno in paradiso: battuto il Real Panzer ai rigori: e’ finale!!

13-07.21 – 12:00

Vieusseux – Real Panzer 6-4 d.c.r. (tempi reg. 2-2)

Reti: De Tellis 2

Rigiri: Trimboli, Righi (no), De Tellis, Carisio, Matteucci

Vieusseux

Verasri 7,5, Focardi 6 (65′ Portomeo 6 82′ Matteucci), Piccini 6, Zeroni 6 (70′ Ostuni 6), Dafichi 6, Righi 6, Lazzeroni 6, Aresta 5,5 (41′ Carisio 6), De Tellis 6,5, Vitale 5,5 (55′ Trimboli 6,5), Galletti 5,5 (54′ Calamai 6); a disp: Metafonti, Zucco; all: Benedetti

Le semifinali del Torneo Il Magnifico vedono impegnate ben 3 squadre provenienti dal Girone B, a dimostrazione che questo era il c.d. girone di ferro ed, a maggior ragione , nella prima gara gli 11 Leoni superano il Lanciotto per 1-0.

Nella seconda semifinale c’e’ il remake della gara di apertura con il Real Panzer vinta, non senza fatica, per 3-1. Gli avversari , da allora hanno disputato un Torneo in crescendo, con vittorie nette e con l’inserimento di ottimi elementi in una squadra già piuttosto forte. Il Vieusseux deve rinunciare a Benedetti , Marsicola ed a Riccardo Aresta, ma puo’ contare sul rientro, tra i convocati del “santone” Trimboli. Lo schieramento iniziale prevede un 4 2 3 1 sulla carta molto offensivo. L’inizio pare abbastanza equilibrato, ma, dopo una decina di minuti di studio, il copione della gara si delinea chiaramente e non e’ piacevole per il Vieusseux. Il Real P. parte sempre da dietro con un fraseggio rapido e preciso, la squadra si alza immediatamente ed i movimenti sono ben sincronizzati, mentre il Vieusseux sbaglia sistematicamente i tempi della pressione alta, perdendo di fatto l’apporto, in fase di non possesso dei suoi 4 giocatori avanzati, mentre difesa e centrocampo si schiacciano lasciando campo libero al gioco avversario; anche in caso di recupero palla le distanze non sono quelle giuste e l’unica soluzione e’ quella del lancio in profondità verso l’isolatissimo De Tellis, troppo poco veramente. I pericoli dalle parti di Versari iniziano a farsi sempre piu’ numerosi, anche se il vantaggio arriva per uno svariore difensivo su una palla lenta in area che pare inoffensiva, ma Tommy Dafichi legge male il rimbalzo e l’avversario ne approfitta per mettere in rete. La reazione non arriva ed, anzi, il Real vola sulle ali dell’entusiasmo  e serve uni strepitoso bobo Versari per evitare il raddoppio cin una deviazione in volo su tiro diagonale peraltro anche deviato di testa da Aresta. La partita prosegue a senso unico, anche dopo una variante tattica che porta ad un 4 3 3 piu’ stretto per tentare di contenere il palleggio avversario. Verso la fine del tempo il Real raddoppia approfittando di una palla persa in ripartenza, con azione veloce che viene rifinita al centro per il tiro vincente.

Si va all’intervallo con la consapevolezza di aver giocato (anzi di non aver giocato) una gara senza nerbo, senza ideee contro un avversario che si e’ dimostrato superiore in tutto. Urgono rimedi, anche se la situazione non e’ facile, piu’ che cambiare uomini c’e’ da cambiare la disposizione tattica in modo radicale e sopratutto c’e’ da cambiare qualcosa nella testa dei ragazzi, troppo al di sotto delle loro prestazioni abituali. Unico cambio Carisio al posto di  Aresta, ma la squadra si schiera con il 3 4 3, Righi arretra insieme a Focardi e Dafichi, Piccini e Zeroni  a tutta fascia, mentre Galletti e Lazzeroni rimangono a supporto di De Tellis. L’impressione e’ da subito quella di un certo miglioramento del Vieusseux che pare piu’m propositivo, mentre il Real non muta il suo atteggiamento, ma forse questo sarà il suo errore di fronte  ad una squadra che sta cambiando pelle. Dopo 10 minuti vanno dentro anche Calamai e Trimboli rispettivamente al posto di Galletti e Vitale per dare maggiore vivacità al gioco. L’ingresso di  Trimboli  si fa subito sentire ed anche Carisio appare tonico in mezzo al campo, l’inerzia della gara si sposta a favore del Vieusseux, anche se gli avversari ripartono sempre con pericolosità, ma ora molto piu’ di rado, mentre la’zione del Vieusseux ora e0 costante e spesso sfonda sulle fasce. Esattamente al 20′ il Vieusseux finalmente imbastisce una bella azione con giro palla veloce a terra, Trimboli apre perfettamente a destra su Zeroni il quale spinge sulla destra e mette al centro un ottimo assist per De tellis che accorcia le distanze. Il Real appare ora anche un po’ in sofferenza atletica mentre il Vieusseux cresceM Carisio sfiora l’eurogol con una conclusione da fuori, poi ci sono proteste su un paio di episodi in area del Real, dei quali uni su calamai sicuramente da rigore, ma l’esterno decide di non cadere noniostante la randellata dell’avversario, per cercare il gol, poi un colpo di testa deviato (non visto) che sfiora la traversa; Bobo fa sempre buona guardia ed esce su tutti i palloni che arrivano in area con tempismo, ma solo in una occasione il Real va vicino al gol. Focardi accusa un risentimento all’inguine ed entra Portomeo al suo posto. Lo sforzo del Vieusseux pare non concretizzarsi, ma, a 4 dal termine, Trimboli alza un opallone in area, portiere e difensore fanno strike e De Tellis tocca quanto basta per agguantare un pareggio, sul quale al termine del p.t. non avrebbe scommesso 1 euro nessuno, ma che , a seguito della ripresa premia giustamente un Vieusseux rimasto in partita e capace di mofificare il suo gioco in una situazione diffici9lissima , a dimostrazione che si deve sempre rimanere lucidi e calmi, perche’ il calcio ti offre sempre la possibilità di ribaltare  anche situazioni molto complicate.

Si va ai rigori, con l’ingresso, a 1 minuto dalla fine del recupero, di Matteucci in stile allenatore dell’Inghilterra, con la sola (determinante) differenza che lui ha persato bene di mandare 2 ragazzini a tirare i rigori decisivi, mentre il Matte e’ giocatore esperto e freddo e viene incaricato dal Mister di tirare il 5° rigore.

Si parte con Trimboli che fa centro, poi Righi si vede deviare sulla traversa un rigore neppure tirato male , ma Bobo rimedia subito con una super parata sulla sua sinistra; De Tellis fa centro, il miglior giocatore del Real mette sul fondo, Carisio realizza il suo primo gol nel Vieusseux ed alla fine tocca proprio al Matte tirare il rigore decisivo a freddo, e lui non sbaglia decretando la qualificazione alla finale di lunedì.

Sarebbe stato veramente brutto salutare la gara n. 100 di Tommy Dafichi e quella n. 200 di marco Righi con una eliminazione al termine di una partita giocata cosi’ male nel p.t., ma il s.t. ha riscattato tutto per fortuna e, quello che e’ accaduto deve servire da insegnamento per affronatare la finale con un atteggiamento ben diverso da quello iniziale di stasera. Gli avversari sono forti ed esperti, oltretutto rinforzati da prestiti validi, ci sarò da combattere, ma il Vieusseux ha tutte le carte in regola per giocarsela alla grande.

Le convocazioni saranno pubblicate venerdi’.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

Lascia un Commento