PostHeaderIcon VIEUSSEUX CALCIO FIRENZE

“Since 1985″

“35 anni ed oltre di storia”

Campioni Provinciali 1998/99

Partite : G.1.292 V. 525 – N. 303- P. 464


Finali Regionali 2015/16

Finali Regionali 2016/17

Vittoria Play off 2016/17

Campionato A1 2018/19

Questo blog si serve dei coockie di Google per l’erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l’analisi del traffico. le informazioni sul tuo utilizzo del blog sono condivise con Google. Se prosegui la consultazione e la navigazione acconsenti all’utilizzo.


PostHeaderIcon bagno a ripoli-vieusseux 1-1 all’ultimo respiro, ma la vittoria era meritata .

10.12.19 – 10:00

Bagno a Ripoli – Vieusseux 1-1 (1-0)

Rete: Galletti al 95′

Arbitro: Sig. Meacci voto 5,5. Complessivamente ha diretto  abbastanza bene, ma ha lasciato un po’ troppo correre su alcuni falli e, sopratutto ha concesso il gol al bagno a Ripoli, fidandosi troppo del C.L. quando la palla molto probabilmente non era entrata.

Vieusseux

Beneduce 6, Piccini 6 (68′ Carisio 6), Lazzeroni 7, Aresta  Renato 7, Righi 6,5, Baroni 6 (70′ Biancalama 6), Galletti 6,5, Marsicola 7 (Gabbrielli 78′), Liperoti 6,5, Quattrocchi 6,5, Suriano 6 (65′ Giorgetti 6); a disp.: Versari, Metafonti, Portomeo; all.: Benedetti

Dopo la brillante vittoria contro il Querceto, il Vieusseux era atteso da una trasferta molto insidiosa sul campo di un’altra squadra attualmente di alta classifica, ovvero il Bagno a Ripoli.

Rispetto alla gara precedente, pur mantenendo lo stesso assetto tattico, ci sono i rietri di Piccini e, alla sua prima da titolare, di Quattrocchi. Assenti Trimboli  , Ostuni  infortunati e Aresta Riccardo, squalificato, senza contare i vari Gadducci, Dafichi, Pasquale, Fioretti, Fedi, Antonini, da tempo non disponibili.

La partenza dei padroni di casa , come prevedibile, e’ rapida, i centrocampisti sono molto mobili e cercano di imbeccare le punte, altrettanto veloci negli inserimenti. Con il passare dei minuti la gara si riequilibra ed il Vieusseux prende le misure agli avversari che, comunque, non si erano mai resi veramente pericolosi se non con velleitarie conclusioni finite lontano dalla porta di Beneduce. Il Vierusseux cerca la manovra e  arriva con una certa frequenza nella tre quarti avversaria per poi sbagliare la scelta decisiva per far male agli avversari; Galletti si incunea dalla sinistra, ma mette a lato di punta, poi alcune mischie senza esito. Al 25′ l’episodio che fara’ arrabbiare il Vieusseux: solito lancio sul quale Renato Aresta tocca di testa all’indietro, la palla  scivola alle spalle della linea difensiva con il veloce avanti di casa che si  proietta verso Beneduce, il quale esce costringendo l’avversario a defilarsi; lo stesso pero’ riesce a rimettere al centro per un compagno che conclude a rete, Beneduce pare recuperare e respinge la palla proprio sulla linea, l’impressione e’ che la sfera non  l’abbia superata del tutto, ma il C.L. , se pur coperto dal corpo del portiere, segnala al DG il gol che viene convalidato, nonostante le proteste degli ospiti.

Se l’altra partita sono apparsi gli auricolari per la terna, in questa occasione ci sarebbe voluto “l’occhio di falco”, ma tante’, il Bagno a Ripoli si trova in vantaggio.

Il Vieusseux non si scompone piu’ di tanto e continua a giocare con una certa tranquillità senza esporsi troppo alle potenziali e pericolose ripartenze avversarie. Galletti manda alta una punizione da favorevole posizione, poi pennella un bel cross per la testa di Liperoti, che viene anticipato dal compagno Lazzeroni che gli nega una conclusione da posizione decisamente buona. (ovviamente il bomber impreca…).

Si va così al riposo con le stessa sensazione di un Vieusseux in crescita ed al rientro in campo ci sarà praticamente una squadra sola. Sin dal primo minuto le occasioni iniziano a fioccare ed e’ anche difficile ricordarle tutte:

inizia Suriano con un tiro in corsa parato in due tempi dal portiere; Galletti serve un gran pallone a Liperoti che, anziche’ servire Suriano tutto solo sulla destra, decide di tirare, ma la conclusione e’ facile preda del portiere che para senza difficoltà anche un tiro di quattrocchi; verso la metà del tempo e’ Galletti che si invola verso la porta avversaria, ma quando il gol sembra cosa fatta mette alto sulla traversa; lo stesso Galletti, attivissimo, serve an altro bel pallone a Quattrocchi che conclude di prima al volo, ma la traiettoria angolata e radente viene deviata in corner dal portiere con un grande intervento; gli attacchi del Vieusseux non danno tregua al Bagno a Ripoli che prova senza successo a ripartire ed e’ schiacciato nella propria metà campo, nonostante potrebbe sfruttare gli spazi, ma non ne ha la forza essendo impegnato a difendere il risicato vantaggio.

Quando Liperoti da pochi passi colpisce il palo interno e non riesce a ribadire in porta, la quasi certezza che la porta avversaria sia stregata si fa spazio nei pensieri degli ospiti, giocatori e panchina compresa, pare impossibile non riuscire a concretizzare almeno una delle innumerevoli occasioni create , alcune delle quali sicuramente sfuggono alla memoria del cronista.

Quello che impressiona e’ la continuità ed il ritmo impresso dal Vieusseux nella ripresa, indice di una ottima condizione fisica generale ed anche di una ritrovata disposizione tattica che ben si adatta alle caratteristiche dei giocatori. Dal 65′ arrivano i cambi, tutti di natura offensiva, tanto che nel finale di gara la squadra gioca con un solo difensore di ruolo dietro affiancato da due fluidificanti, due giocatori a centrocampo e ben cinque attaccanti per un assalto che pare ora disperato.

Ma a volte il Dio del calcio si ricorda degli audaci e decide di premiare i loro sforzi e così,, dopo un prodigioso recupero di Lazzeroni che chiude una perfetta diagonale , a  pochi secondi dallo scadere dei  cinque minuti di recupero Biancalana allarga a Galletti sulla destra, non si capisce bene se l’esterno tenti un tiro o un cross, fatto sta che la deviazione di un difensore fa rotolare la palla in rete per l’esultanza liberatoria del Vieusseux. Mai gol e’ stato piu’ meritato e, sportivamente a fine gara, cio’ e’ stato riconosciuto anche dagli avversari e questo fa loro onore.

Pur nella soddisfazione di un pareggio acciuffato all’ultimo respiro, si puo’ tranquillamente parlare di due punti persi per la quantità di occasioni gettate al  Vento, come giù accaduto in altre gare. Quindi alla fine di una gara dl genere le sensazioni sono contrastanti, si va dalla soddisfazione per un gioco ricco di trame ed intensità alla frustrazione di non riuscire ad essere cinici e concreti, problema che espone sempre al rischio di subire risultati beffardi.

All’orizzonte si profila un altro scontro difficilissimo, contro la capolista San Frediano, reduce dalla prima sconfitta in campionato ieri sera con il Querceto e che, per questo, sarò voglioso di rifarsi. La gara andrà preparata con cura e massima attenzione, cercando di mantenere la condizione atletica, ma senza assolutamente mettere in discussione la filosofia di gioco di queste ultime partite.

Venerdi’ allenamento al Romagnoli , inutile raccomandarsi di essere presenti il piu’ possibile.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


PostHeaderIcon convocazione

06.12.19 – 19:15

Convocazione gara vs/ Bagno a Ripoli

Lunedì 9 dic. campo Bagno a Ripoli

Ritrovo,  ore 20,30 al campo

Lista convocati:

1.beneduce ciro

2,versari vieri

3.baroni leonardo

4.lazzeroni tommaso

5.piccini claudio

6.portomeo daniele

7.righi marco

8.aresta renato

9.carisio andrea

10.gabbrielli simone

11.galletti giovanni

12,metafonti maurizio

13.marsicola lapo

14.suriano federico

15.aresta riccardo

16.biancalana jonathan

17.giorgetti duccio

18.liperoti gaetano

19.quattrocchi simone

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon finalmente sfatato il tabu’ querceto, rotonda vittoria per 3-1

06.12.19 – 11:00

Vieusseux – Querceto 3 – 1 (0-1)

Reti: Ferri (Q) al 25′ Rig., Lieroti 57′ e 62”, Galletti 76′

Arbitro: Sig. Stinghi, voto 6, direzione  di gara senza sbavature. Giusto il rigore per il Querceto e corrette le ammonizioni.

Vieusseux

Beneduce 6,5, Portomeo 5,5 (41′ Piccini 6), Lazzeroni 7, Aresta  7, Righi 6,5, Baroni 6,5, Galletti 6,5, Marsicola 6,5, Liperoti 7 (71′ Biancalana SV), Trimboli 6 (30′ Carisio 6+), Suriano 6,5 (64′ Quattrocchi 6); a disp: Gabbrielli, Metafonti; all: Benedetti

Smaltite le scorie per la immeritata sconfitta della scorsa settimana alla Lastra, al Vieusseux si presentava subito un impegno storicamente proibitivo (9 anni di sconfitte quase in serie…) contro i plurititolati  del Querceto, quest’anno pero’, un po’ attardati in classifica e, visti in campo, poco sereni  forse anche per le polemiche seguite al caso “Tellini”.

Comunque squadra di tutto rispetto infarcita di ottimi elementi.

il Vieusseux deve rinunciare a Giorgetti , Aresta Ric. e Ostuni oltre ai soliti assenti di lungo corso e si presenta con il modulo 4-3-3 che ha dato buoni risultati nelle ultime uscite. Trimboli, con il rientro di Baroni, avanza sulla linea di centrocampo, mentre Portomeo rileva Piccini nel ruolo di terzino destro.

Dopo pochi minuti di studio, il Querceto prende decisamente l’iniziativa del gioco, elude il morbido pressing del Vieusseux e riesce con rapidi scambi di prima e sponde che favoriscono il “dai e vai” i continui inserimenti dei vari attaccanti Remorini, Ferri e Megli. La difesa del  Vieusseux sbanda in diverse occasioni , Beneduce e’ molto bravo in due uscite salvarisuktato sugli avversari lanciati a rete sulla sinistra, mentre il Vieusseux si affaccia in area avversaria solo con Galletti, il quale lanciato in area sulla destra mette alto da posizione defilata.

Il giusto vantaggio ospite arriva verso la metà del tempo, quando Lazzeroni respinge con il braccio un cross dalla destra e il DG, munito di auricolare come i suoi collaboratori (incredibile apporto della tecnologia per una partita di  amatori quando sino alla 1a cat. FIGC non esiste neppure la terna…) indica senza esitaazione il dischetto, dal quale Ferri batte Beneduce con un tiro centrale non irresistibile che il portiere di casa sfiora ma non riesce a ribattere.

Il Vieusseux soffre, Lazzeroni e’ autore di un recupero miracoloso che evita il raddoppio, poi si fa male Trimboli in un contrasto con….il suo compagno di squadra Marsicola in area avversaria ed entra Carisio, e’ il 30′.

A questo punto benedetti decide di cambiare mosulo e dispone la squadra con un 4-2-3-1 , mai provato in precedenza (e neppure in allenamento) con l’intento di porre uno schermo piu’ alto al nascere delle azioni avversarie tenendo i reparti piu’ corti, magari rischiando qualcosa di piu’, ma continuare  con la disposizione iniziale non aveva senso. La gara cambia quase subito, tanto che il Querceto inizia ad evere difficoltà nelle ripartenze ed il Vieusseux quadagna metri nella metà campo avversaria. A dare la carica ci pensa Aresta che con una prorompente azione personale si presenta davanti al portiere avversario, ma mette a lato di poco; passano pochi minuti e su azione di cormer la palla sfila verso Suriano apostato sul secondo palo a pochi passi dalla porta , l’esterno gira molto bene, ma il portiere compie una prodezza negando un gol che pareva gia’ fatto. Il tempo si chiede con timide proteste del querceto per un altro presunto fallo di mano di Portomeo sul versante opposto, ma stavolta il DG non giudica l’intervento del difensore meritevole di attenzione.

Nell’intervallo l’invito e’ chiaro : attaccare  e pressare, giocando sempre palla a terra, la sensazione che la gara sia cambiata e’ netta, ma il problema a questo punto e’ metterla dentro, cercando di mantenere gli euilibri per non subire ripartenze letali.

Va subito dentro Piccini al posto di Portomeo, forse   andato in campo un  po’ condizionato dall’esordio, per il resto tutto confermato.

E, sin dall’inizio della ripresa, il gioco appare saldamente nelle mani del Vieusseux, mentre nelle file del Querceto,oltre ad un evidente calo fisco, inizia a serpeggiare un nervosismo per non riuscire a trovare piu’ il bandolo della matassa.

il Vieusseux si fa minaccioso, conquista corner e punizioni senza pero’ trovare la via del gol, sino a quando Lazzeroni si traveste da Stenmark ed improvvisa uno slalom incredibile prima di servire un cioccolatino al liberissimo Liperoti, che questa volta e’ freddo come ai bei tempi e mette dentro il gol del pareggio; il Vieusseux viaggia sulle ali dell’entusiasmo e continua a macinare gioco m mentre il querceto si perde ancora in proteste sopratutto per un dubbio fuori gioco fischiato a Remorini, che nell’occasione si fa anche per aver calciato via la palla dopo che il DG aveva fermato il gioco.

E puntuale arriva il vantaggio dei Vieusseux, ancora con il ritrovato bomber Liperoti, questa volta su corner teso sul secondo palo di Suriano, che l’attaccante calabrese impatta benissimo di testa e mette alle spalle del portiere ospite.

Nel finale di gara arrivano i cambi di quattrocchi e Biancalana per Suriano e lo stesso Liperoti per dare ancora maggiore freschezza al Vieusseux nelle ripartenze, dato che il Querceto prova una reazione basata  piu’ sui nervi che su altro, la sconfitta creerebbe giè un profondo solco con la capolista San Frediano in ottica campionato, ma tolta una punizione deviata dalla barriera che scheggia il palo alla destra di Beneduce e un secondo recupero di Lazzeroni in diagonale, non riesce a creare veri pericoli. A 4′ dal termine, Aresta si destreggia benissimo in mezzo al campo e lancia nello spazio l’imprendibile Galletti, il quale entra in area da sinistra e conclude in diagonale con la palla che bacia in diagonale con la palla che bacia il palo ed entra in rete sigillando la bella e meritata vittoria per 3-1  del Vieusseux.

Quelche scintilla a fine gara, presto ricomposta con i saluti con l’ex Megli, ora dirigente del querceto, ma sempre vicino alla vicende del Vieusseux.

Si fa presto a dire che le vittorie sono tutte uguali, ma quelle con le squadre di rango danno sempre un qualcosa in piu’ in termini di entusiasmo e autostima, sopratutto quando sono ottenute con prestazioni di ottimo livello come ieri sera, dopo un inizio in salita, che ha esaltato ancora di piu’ le doti di carattere di una squadra e di u gruppo che appare in crescita e adattabile a vari moduli a seconda delle necessita.

Prima della sosta ci saranno due impegni importanti, il primo dei quali già lunedì in casa del Bagno a Ripoli che sta andando molto bene; ci saranno da valutare le condizioni di vari elementi per poi scegliere la squadra da mandare in campo.

L’importante sara’ mantenere alta la concentrazione per  confermare i progressi messi in mostra nelle ultime settimane, AVANTI VIEUSSEUX.

a.d.Vieusseux Calcio

PostHeaderIcon convocazione

04.12.19 – 17:30

9a giornata campionato A1

VIEUSSEUX – QUERCETO

Ritrovo: Giovedì 5 campo Romagnoli ore 20,30

Lista convocati:

1.beneduce ciro

2.baroni leonardo

3.lazzeroni tommaso

4.matteucci stefano

5.piccini claudio

6.portomeo daniele

7.righi marco

8.trimboli domenico

9.aresta renato

10.carisio andrea

11.gabbrielli simone

12.galletti giovanni

13.marsicola lapo

14.suriano federico

15.aresta riccardo

16.biancalana jonathan

17.giorgetti duccio

18.liperoti gaetano

19.quattrocchi simone

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


PostHeaderIcon mercoledi’ 18 dicembre : cena di natale all’osteria del milione

Fissata la cena degli auguri di Natale

Mercoledì 18 dicembre

OSTERIA DEL MILIONE – VIA DI GIOGOLI


PostHeaderIcon VIEUSSEUX BELLO MA SCIUPONE CON IL CLUB LA LASTRA 1-3

26.11.19 – 18:00

Club La Lastra – Vieusseux  3-1  (1-1)

Rete: Aresta

Arbitro: Sig. Viani voto 6 le squadre lo aiutano pensando piu’ a giocare che ad altro ed il D.G dirige bene senza errori.

Vieusseux

Beneduce 5,5, Piccini 6,5 (65′ Baroni 6), Lazzeroni 6,5, Aresta 6 (65′ Quattrocchi 6), Righi 6,5, Trimboli 6, Galletti 6, Marsicola 6, Lipeeroti 6 (65′ Biancalana 6), Suriano 6 (69′ Aresta 6), Giorgetti 6; a disp.: Versari, Matteucci , Portomeo, Metafonti; all: Benedetti

Con un rutrovato spirito ed un certo ottimismo il Vieusseux fa visita al Club La Lastra, squadra ben lanciata in questo inizio di campionato, La formazione e’ praticamente la stessa  della scorsa settimana, così come il modulo; unica variante Galletti che rileva Aresta nel trio offensivo.

La gara parte subito su buoni ritmi, le due squadre si affrontano a viso aperto senza tatticismi di sorta e regna in campo un certo equilibrio con le difese che spesso prevalgono sugli avversari. La Lastra si affida alle individualità ed alla tecnica dei suoi veloci attaccanti (9 e 10 in primis), il vieusseux trova le giuste misure per sviluppare un calcio propositivo con soventi cambi di fronte ed azioni corali. Dopo una traversa superiore colta su punizione dalla Lastra ed un colpo di testa finito fuori di Liperoti, arriva il vantaggio ospite al termine di una bella azione manovrata che vede chiamati in causa diversi effettivi e conclusa con un bel tiro di Aresta che batte Zanobetti.. La reazione della Lastra tarda ad arrivare ed il Vieusseux potrebbe raddoppiare in due occasioni prima con galletti che non controlla bene un pallone che lo avrebbe messo davanti alla porta e poi con Suriano, il quale da ottima posizione manda alto. Il pareggio, un po’ fortunoso, arriva proprio allo scadere del tempo; ancora una punizione dal limite leggermente spostata sulla destra con il tiro mancino che viene deviato dalla barriera e scavalca Beneduce.

Intervallo con qualche recriminazione, ma non sarà niente di fronte a quello che accadrà nel s.t.

Ci si aspetta una partenza veloce dei padroni di casa, invece e’ il Vieusseux che sorprende gli avversari e pigia sull’ accelleratore spingendo con continuità e varietà di soluzioni. Le occasioni non tardano ad arrivare: prima e’ Galletti che si incunea sulla sinistra, ma nette sull’esterni della rete, poi lo stesso Galletti sfonda centralmente e supera il portire con un pallonetto, forse troppo lento, con il difensore che recupera miracolosamente prima che il pallone superi la linea di porta e spazza via; poi tocca a Liperoti non trovare la giusta coordinazione su traversone di Suriano sul secondo palo tentando la deviazione di piede anziche’ di testa; infine tocca a Giorgetti presentarsi al tiro un po’ defilato sulla destra,  da distanza ravvicinata, ma il diagonale finisce largo.

Venti minuti di assoluto dominio con il gol che sembra dover arrivare da un momento all’altro tanta e’ la continuità degli attacchi del Vieusseux, ma invece arriva la beffa. Su lungo rilancio scatta l’attaccante sull’esterno dell’area di rigore, Beneduce esce a valanga e lo travolge, in un primo momento il D.G. non fischia, ma , poi, consultandosi con il collaboratore di linea, concede il penalty che obiettivamente pareva netto. La battuta va a segno ed il Vieusseux e’ immeritatamente in svantaggio, continua a giocare, ma accusa vistosamente il contraccolpo e tende ora a disunirsi. Benedetti prova a dare nuova linfa alla squadra inserendo forze fresche come Biancalana, Baroni ed il rientrante Quattrocchi (ritorno importante per il proseguo del campionato dopo quasi un anno e mezzo per esperienza in quel di roma ed il successivo infortunio), ma La Lastra trova ora con piu’ facilità le ripartenze e, proprio quando sta per entrare anche Aresta  per un tentativo di 3-4-3 finale, arriva il terzo gol, su bello slalom personale, che chiude la gara con il 3-1 finale anche se c’e’ qualche timida protesta per una spinta in area, questa volta non giudicata degna del rigore per il Vieusseux.

La gara termina con la delusione per un risultato che al 60′ pareva non sicuramente pronosticabile per come si stava sviluppando il gioco, ma anche con la consapevolezza che sbagliando troppe nitide occasioni da rete, il rischio, se non la certezza, di subire gol e relativa sconfitta nel calcio e’ altissimo e cosi’ e’ stato.

Tutto questo non toglie assolutamente niente alla buona prestazione , forse la migliore dall’ inizio della stagione per il Vieusseux, magra consolazione certo, ma proseguendo su questa strada i risultati arriveranno di sicuro , basterà essere piu’ cinici e concreti sotto porta.

Al di la’ degli errori individuali la squadra nel complesso merita un ampia sufficienza come tutti i giocatori, alcuni dei quali, Piccini, Righi e Lazzeroni anche qualcosa in piu’, mentre l’unico sotto il 6 purtroppo e’  Beneduce per quell’uscita irruenta (e forse eccessiva) che ha dato la svolta in negativo alla gara.

Ora ci aspettano due allenamenti prima di ospitare il giovedì 5il Querceto al romagnoli.

Intanto e’ stata fissata la data per la cena di Natale ovvero Mercoledì 18 dicembre , come di consueto, all’Osteria del Milione in Via di Giogoli.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon convocazione

22.11.19 – 17:30

8a giornata Campionato A1

Convocazione gara: Club La Lastra – Vieusseux

Ritrovo: campo La Guardiana Lunedì 25 ore 20,15

Lista convocati:

1.beneduce ciro

2.versari vieri

3.baroni leonardo

4.lazzeroni tommaso

5.pasquale nicola

6.piccini claudio

7.portomeo daniele

8.righi marco

9.aresta renato

10.carisio andrea

11.marsicola lapo **  (se disponibile da lavoro)

12.suriano federico

13.trimboli domanico

14.aresta riccardo

15.biancalana jonathan

16. galletti giovanni

17.giorgetti duccio

18.liperoti gaetano

19.quattrocchi simone

A.D.VIEUSSEUX CALCIO

PostHeaderIcon VITTORIA 4-2 SULL’ANTELLA SOTTO IL SEGNO DEL BOMBER

20.11.19 – 16:00

Vieusseux – CRC Antella  4-2 (2-1)

Reti: Liperoti 27′ e 35′, Lazzeroni 70′, Biancalana 76′

Arbitro: voto 6 . Partita ricca di episodi e di contestazioni. Giusti i 2 rigori fischiati contro il Vieusseux, mentre le espulsioni a carico dell’Antella sono state contestate dagli ospiti. e su tale argomento non ci esprimiamo. Per il resto gara ben diretta senza errori.

Vieusseux

Beneduce ,5,5, Lazzeroni 7, Piccini 6,5, Aresta 6,5, Righi 6,5 (80′ Pasquale SV), Trimboli 5,5, Aresta Ric. 5,5 (61′ Biancalana 6), Marsicola 6- (61′ Carisio 6,5), Liperoti 7,5, Suriano 6, Giorgetti 5 (76′ Portomeo SV); a disp: Versari, Matteucci, Fedi; all.: Benedetti

Il vieusseux si schiera con lo stesso modulo (4-3-3) adottato nella scorsa trasferta di san Felice; le varianti sono rappresentate da Righi al posto dello squalificato Baroni e da Aresta Ric. che prende il posti dell’infortunato Ostuni, per il resto tutti confermati.

L’ Antella , al di la’ della classifica, e’ sempre un avversario difficile da superare, con una buona condizione atletica e forte di una difesa tra le migliori del campionato.

La partenza del Vieusseux e’ sicuramente positiva, per oltre 20 minuti il pressing alto impedisce agli ospiti di ragionare e praticamente il gioco si svolge quasi interamente nella loro meta campo, anche se mancano gli sbocchi per arrivare con decisione al tiro e le manovre del Vieusseux si dissolvono al momento di entrare in area e stesso destino hanno i diversi cross che arrivano sopratutto dalla fascia destra dove Lazzeroni si sovrappone a Giorgetti con continuità. Il predominio territoriale di questa fase si concretizza al 27′, quando Suriano lancia in profondità Liperoti il quale controlla in corsa e batte il portiere con un perfetto diagonale tornando finalmente al gol dopo un lungo digiuno.

Neanche il tempo di esultare che alla prima azione dopo la battuta al centro la palla viene messa in area del Vieusseuxm dove Marsicola  effettua un intervento scomposto con la coscia che manda poi il pallone sul braccio; le nuove regole impongono al D.G. di fischiare il penalty che porta immediatamente al pari. Il Vieusseux accusa il colpo e regala un paio di palle sanguinose in uscita con Trimboli stranamente impreciso; sulla seconda la buona sorte da’ una mano ai padroni di casa con due conclusionim di cui la seconda da distanza ravvicinata, che colpiscono il palo. Poco prima c’era stato un altro intervento di Beneduce che aveva respinto un’altra conclusione pericolosa . Nel momento migliore dell’Antella la doppia svolta della gara: prima il n. 4 (ottimo giocatore) innervosito da alcuni presunti falli subiti, reagisce affibbiando un calcione ad Aresta da dietro e viene espulso direttamente tra le veementi proteste e, dopo solo 2 minuti riappare in campo il bomber vecchio stile, che recupera palla sulla destra, si incunea verso l’area con il difensore che non riesce a contenerlo, si sposta la palla sul sinistro e mette in rete  la sua personale attesa doppietta riportando il Vieusseux in vantaggio poco prima dell’intervallo.

A questo punto tutto sembra girare a favore del Vieusseux, in vantaggio di u gol e di un uomo, ma la partita riserverà ancora molte emozioni.

Si riparte e l’Antella trova subito una punizione dalla tre quarti spostati sulla sinistra. La palla viene messa lunga un area, Beneduce  ecsce con tempismo, ma senza trattenere la sfera, per poi spingere l’avversario, inducendo il D.G a fischiare il secondo rigore per gli ospiti. La conclusione dagli undici metri fredda il portiere e per il Vieusseux e’ tutto da rifare.

Un po’ di nervosismo per l’accaduto ed un po’ di stanchezza per il notevole pressing della prima mezzora, condizionano ora il gioco dei padroni di casa che appaiono meno brillanti e sopratutto meno lucidi, con gli ospiti, che pur in inferiorità numerica, appaiono ben messi in campo e tentano qualche sortita in contropiede senza mai , pero’, arrivare alla conclusione.

La partita e’ molto combattuta, anche se il livello tecnico e’ decisamente sceso rispetto al primo tempo.  Poco dopo la metà del tempo il D.G. mostra il rosso ad un altro giocaatore  dell’antella che ferma una ripartenza del Vieusseux in modo plateale pur essendo già ammonito sin dal p.t.

A questo punto Benedetti manda in campo Biancalana e Carisio al porto di Aresta Ric. e Marsicola, entrambi piuttosto sotto tono stasera. La musica non cambia, anche se Lazzeroni sfiora il gol con una discesa sulla destra culminata con un bel tiro ad incrociare di sinistro, che prende il palo lontano.  Gli assalti del Vieusseux si infrangono contro il muro difensivo eretto dall’Antella che viene pero’ sgretolato al 70′ da un’ invenzione  di Carisio che pennella un perfetto assist ad incrociare sull’accorrente Lazzeroni che di testa trova la traiettoria giusta e riporta in vantaggio il Vieusseux. A questo punto l’Antella  molla e Biancalana trova la sua personale marcatura a 4′ dal termine ribattendo in rete una bella respinta del portiere su precedente conclusione dal limite ed infine Piccini spara altissimo da ottima posizione il pallone della possibile manita, ma sarebbe stata una punizione troppo severe per un ‘Antella che ha saputo stare in campo molto bene nonostante la perdurante inferiorità numerica mostrando carattere e dinamismo.

Per il Vieusseux una gara positiva per il risultato e per l’approccio con diverse zone di ombra durante lo svolgimento, ma la vittoria e’ sempre un toccasana e, quando il bomber segna, tutto diventa possibile, ma questo e’ come scoprire l’acqua calda.

Sicuramente il morale ora e’ rinfrancato  si puo’ guardare avanti con ottimismo,anche se c’e’ molto da migliorare sia sul piano tecnico che atletico, infatti le squadre avversarie appaiono tutte molto ben preparate e ci sarà da lottare in ogni  gara , a partire dalla prossima, lunedì alla Guardiana contro la rivelazione delle primissime giornate, ovvero il Club La Lastra, che, pur avendo avuto una flessione, appare un avversario molto temibile.

Nota  sicuramente positiva, la prima apparizione in panchina di Simone Quattrocchi, il figliol prodigo fermato ad inizio preparazione da un infortunio, che potrebbe rientrare a breve per riprendere un discorso prematuramente interrotto la scorsa stagione.

Infine il bomber, oltre a ritrovare il gol e riprendere la sua corsa verso il grande traguardo delle 500 reti ufficiali, con la presenza di ieri sera ha raggiunto quota 537 superando un mostro sacro del Vieusseux come il “Ragno Stefano Rausse e posizionandosi cosi’ al secondo posto assoluto alle spalle del “mitico” Fabio Stellini (561).

Numeri da capogiro che pochissimi al nostro livello possono vantare e questo e’ sicuramente motivo di orgoglio per tutti noi del Vieusseux.

Appuntamento giovedì al Romagnoli per il consueto allenamento.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO


PostHeaderIcon convocazione

18.11.1*9 – 16:00

Convocazione 7a giornata campioato A1

Gara:  Vieusseux – Antella di Martedì 19.11

Ritrovo: ore 20,30 campo Romagnoli

Lista convocati:

1.beneduce ciro

2.versri vieri

3.lazzeroni tommaso

4.piccini claudio

5.portomeo daniele

6.righi marco

7.trimboli domenico

8.arasta renato

9.carisio andrea

10.fedi giacomo

11.marsicola lapo

12.suriano federico

13.aresta riccardo

14.biancalana jonathan

15.giorgetti duccio

16.liperoti gaetano

17.quattrocchi simone **

18,matteucci stefano  **

19.pasquale nicola

A.D.VIEUSSEUX CALCIO




PostHeaderIcon un vieusseux spavaldo sfiora la vittoria a san felice, finisce 1-1

14.11.19 – 13:30

San Felice – Vieusseux 1-1 (0-0)

Rete: Trimboli 55′ Rig. SF 79′

Arbitro: Sig. Di Ronza 5.5 gara giocata su toni agonostici e ritmi piuttosto alti, il DG decide di usare molto il cartellino giallo per tenere in mano la gara e obiettivamente ci riesce. Dal nostro punto di vista fischia alcune punizioni contro di troppo e nega un altro  rigore che poteva chiudere la partita a 10′ dal termine.

Vieusseux

Beneduce 6, Lazzeroni 6,5, Piccini 6,5 (70′ Portomeo 6), Aresta 6,5, Baroni 6,5, Trimboli 6,5, Ostuni 6 (30′ Aresta 6), Suriano 6 (65′ Carisio 6), Liperoti 6,5 (65′ Biancalana 6), Marsicola 6,5, Giorgetti 6,5 (75′ Galletti 6); a disp: Versari, Pasquale, Matteucci; all: Benedetti

Dopo tre sconfitte consecutive, la squadra era attesa ad un esame molto impegnativo contro una delle migliori squadre , al momento, del campionato, oltretutto galvanizzata dalla qualificazione al turno successivo delle finali regionali dopo aver eliminato i Gatti Randagi di Barga.

Tra le assenze piu’ rilevanti quella di Righi , senza considerare gli infortunati cronici di questo inizio di stagione.

Con un cambio di rotta deciso, nel tentativo di dare una scossa alla squadra, la scelta del tecnico ricade su un 4-3-3 decisamente votato all’attacco, al pressing alto, piuttosto che all’attesa degli avversari, come accaduto nel recente passato. Si  tratta di una scelta sia tecnica, ma sopratutto motivazionale volta a sorprendere gli avversari ed a rendere un po’ di fiducia al gruppo.

Quindi, con Beneduce in porta al posto di Versari per garantire sopratutto una presenza di personalità alle spalle della difesa, la squadra prevede il ritorno di Trimboli all’antico ruolo di centrale difensivo (ricoperto con successo gia( 6/7 anni fa) al fianco di Baroni, con Lazzeroni ed il rientrante Piccini terzini con licenza di attaccare, un trio di centrocampo composto da Aresta, perno basso, Marsicola e Suriano mezzali, alle spalle degli esterni offensivi Giorgetti e Ostuni, con Liperoti a guidare l’attacco.

Ennesima variante tattica in questo inizio di campionato che ha visto la squadra schierarsi con almeno 4 moduli diversi alla ricerca di una quadratura che, con il rientro di tutti gli effettivi, potrà dare i risultati sperati nel proseguo della stagione.

La partenza e’ di quelle giuste, dopo pochi minuti di assestamento, la squadra inizia a trovare le giuste distanze, si alza compatta in un pressing asfissiante che spegne di fatto le fonti di gioco avversarie (normalmente molto propositive) ed impedisce lo sviluppo di azioni manovrate forzandone spesso le scelte.

Molti palloni vengono recuperati nella tre quarti avversaria, ma senza mai trovare lo sbocco in area, se non in un paio di occasioni no sfruttate al meglio; si apprezzano , pero’ alcune azioni condotte con rapidi passaggi e movimenti corali che portano al cross, ma senza creare particolare pericolo alla porta del San Felice, il quale colpisce un paolo sugli sviluppi di un calcio di punizione, ma niente di piu’.

Nonostante l’assenza di nitide occasioni fa reete la gara e’ giocata su ritmi elevati e l’agonismo non manca, con il DG Di Ronza che fredda gli animi sventolando spesso il giallo (alla fine  scatteranno le squalifiche per Baroni e Galletti…).

Gi’ al 30′ il Vieusseux e’ costretto a sostituire Ostuni, guai muscolari per lui, e manda in campo un giocatore ancora piu’ offensivo come Riccardo Aresta, dando così un segnale preciso alla squadra ed agli avversari ovvero che stasera si gioca a viso aperto senza alcuna remora psocologica.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, con il Vieusseux ancora piu’ intraprendente; Renato Aresta prova la conclusione da fuori, ma il suo collo esterno finisce a lato di poco, poi un paio di buone incursioni di Giorgetti e Aresta svaniscono all’ultimo con Liperoti che non riesce a trovare il guizzo in area, ma si sacrifica un uno sfiancante lavoro a favore della squadra, che rende positiva la sua prestazione.

Il vantaggio, a parere nostro meritato, arriva al quarto d’ora, quando un tiro a botta sicura viene respinto con le braccia dal difensore di casa; il mani e’ netto anche se la distanza non e’ eccessiva; Trinboli realizza il penalty con un bel tiro sotto la traversa alla destra del portiere avversario che intuisce, ma niente puo’ fare per evitare il gol.

Per buoni dieci minuti il san Felice appare un po’ demoralizzato dal gol subito, ma, dal 25′, con alcune azzeccate sostituzioni e, complice anche un leggero calo del Vieusseux assume l’iniziativa alla ricerca del pari, che sfiora, ancora una volta sugli sviluppi di un calcio di punizione, sulla traiettoria del quale ben due giocatori si trovano liberissimi davanti a Beneduce , ma la palla finisce a lato. La pressione aumenta ed anche Benedetti procede ad alcuni cambi per immettere forze fresche. Gli ultimi minuti, come spesso accede, riservano molte emozioni: prima il Vieusseux reclama un altro rigore per un fallo su Riccardo Aresta che dal nostro punto di osservazione pareva esserci, ma il DG non e’ dello stesso avviso. A due dal termine del tempo regolamentare il San Felice trova il Pari a seguito di azione insistita sul limite, da dove trova la conclusione a rete che Beneduce ribatte bravamente, ma sulla cui respinta arriva il tap in vincente da centro area. Vengono concessi ben 6 minuti di recupero per le molte sostituzioni e le squadre continuano ad affrontarsi per cercare i tre punti ed e’ il Vieusseux che li accarezza senza coglierli, quando il subentrato Galletti aggancia un ottimo pallone in area e conclude a botta sicura andando a cogliere una clamorosa traversa che strozza in gola a giocatori e simpatizzanti del Vieusseux l’urlo del gol che sarebbe stato di grandissima importanza sia sul piano della classifica, ma sopratutto del morale.

Alla fine si puo’ dire che la gara complessivamente e’ stata equilibrata e combattuta da entrambe le parti con agonismo, ma nella massima correttezza e lealta’ sportiva sia in campo sia tra i componenti delle panchine, come dovrebbe sempre essere. Brucia il fatto, in ottica Vieusseux , veder sfuggire una vittoria all’ultimo ed averla quasi riacchiappata nell’extra time, ma rimane, comunque la consapevolezza di potersela giocare alla pari con qualsiasi avversario se l’approccio e’ quello giusto al di la’ dello schieramento e del modulo che puo’ anche variare di volta in volta a seconda delle situazioni contingenti.

Il programma prevede ora una rifinitura venerdì al Romagnoli per preparare il prossimo incontro con l’Antella di Martedì prossimo.

A.D.VIEUSSEUX CALCIO