PostHeaderIcon SAN MINIATO PRENDE IL VOLO, IL VIEUSSEUX RESTA AL PALO 1-3

20.11.13 :13:30

Vieusseux – San Miniato 1-3 (1-2)

Reti: Pasqui (SM), Trimboli (V rig.), Varghi (SM), Brogelli (SM)

Arbitro: 6, direzione senza sbavature.

Vieusseux:

Caputo 6, Matteucci 6 (70′ Lazzeroni SV), Ranieri A. 5,5 (74′ Ranieri G. SV), Severi 5 (41′ Zippitelli 5), Pasquale N. 5,5 (60′ Palermo 5,5), Trimboli 5, Volpi 5,5 (30′ Calvetta 5), Suriano 5,5 (70′ Gabbrielli SV), Liperoti 6, Maccioni 5,5, Galletti 5,5 (77′ Metafonti M. SV); all.: Benedetti

San Miniato

Bandinelli, Farabullini, Rossi, Giusti, Rugi, Cacciola, Varghi, Meucci, Spataro, Brogelli, Pasqui; a disp.: Pescini, Vignozzi, Innocenti, Salerno, Pruneti, ForconiPicariello; Dir.: Allegranti, Borgioli, Pruneti

La partita, disputata al Romagnoli in una serata molto fredda ed umida, ha dato un responso netto: al momento il San Miniato appare squadra molto solida ed in grado di lottare per le prime posizioni, mentre il Vieusseux  è apparso piuttosto fragile ed incapace di dar seguito alle due vittorie delle settimane scorse.

A parte le due assenze di  De Santis, che stenta a recuperare, e Foresta, ormai un ex, molto pesanti per il reparto difensivo, Benedetti ha potuto confermare in blocco la formazione di Grassina ed anzi, in panchina siedevano anche Palermo e Zippitelli, pronti a subentrare.

I presupposti erano dei migliori, ma qualcosa non ha funzionato e la prestazione , come vedremo, è stata largamente insufficiente.

L’inizio della gara non faceva certo presagire niente di preoccupante, il Vieusseux spingeva da subito e, per un quarto d’ora, teneva il pallino del gioco con molta sicurezza. In questa fase, Liperoti reclamava un calcio di rigore, per una strattonata in area ospite e venivano batturi ben quattro corner consecutivi, ma senza esito., Poi, intorno al 14′, l’episodio che faceva svoltare la gara; Trimboli, sempre molto sicuro e preciso nel far ripartire l’azione, sbagliava l’appoggio al limite della propria area, fornendo, di fatto, un perfetto asssist per  Pasqui, che ringraziava e metteva dentro facilmente.

Lo svantaggio toglieva la sicurezza iniziale al Vieusseux e, progressivamente il San Miniato diventava padrone del campo, mettendo in mostra, oltre che una feroce determinazione su ogni pallone, anche delle eccellenti individualità, in modo particolare nel settore avanzato. Alla fine il n. 10, Varghi, il n. 17, Brogelli ed il n. 19, Pasqui, risulteranno un incubo per la difesa di casa, grazie alla loro tecnica ed alla loro velocità.

Il Vieusseux si affidava a lanci in profondità alla ricerca di Liperoti e dei due “ragazzi” Volpi e Galletti, ma con scarsa precisione. Intorno al 22′ , pero’, l’imboucata per Suriano era quella giusta, il difensore lo atterrava in area e Trimboli poteva riequilibrare il risultato con fredezza: 1-1.

Si pensava che il pari potesse ridare fiducia al Vieusseux, ma il gioco non scorreva, con i centrocampisti spesso saltati e quasi mai precisi negli appoggi. Al 30′ anche Volpi dava forfeit per una indisposizione ed era sostituito da Calvetta.  Al 35, Galletti prova la conclusione da lontano e , per poco, non sorprende Bandinelli, che era stato preso in controtempo, ma riesce bravamente a recuperare parando.

Quando il p.t. stava volgendo al termine, il San Miniato trovava di nuovo il vantaggio. L’esterno si lanciava in area da destra, Trimboli  usciva a chiudere con troppa precipitazione non calcolando bene il tempo e veniva saltato netto; facile cosi’ per il giocatore ospite mettere al centro, dove Varghi, pur non colpendo bene, batteva ancora Caputo, incolpevole.

Nell’intervallo, Benedetti, sostituiva il giovane Severi, apparso titubante e fuori dal gioco (ma sono cose che a ventìanni capitano) con Zippitelli, impostando di fatto un centrocampo piu’ folto nel tentativo di recuperare qualche pallone in piu’ e sfruttare le  ripartenze.

Qualche effetto positivo si notava in fase di recupero, ma cio’ che continuava a latitare era la precisione nei passaggi ed una certa staticità nel gico senza palla, che favoriva il San Miniato, sempre molto vivace e pericoloso. Verso il 55′ arriva il terzo regalo del Vieusseux, in versione natalizia anticipata, con Pasquale, che cincischiava  in area col pallone; Brogelli era svelto a portarglielo via ed a trafiiggere ancora Caputo per il 3-1 che indirizzava la gara in modo deciso.

A questo punto, Benedetti tentava il tutto per tutto inserendo anche Palermo, se pur a corto di allenamento, sostituendo proprio Pasquale. la squadra si disponeva con un 3-5-2 molto offensivo, ma i  risultati non erano quelli sperati, anche se, al 30′, Suriano si mangiava il gol che poteva riaprire la gara, ciccando il tap in, a colpo sicuro, su respinta del portiere, che recuperava nche il tiro sporco della punta di casa.

Il Vieusseux rischia di capitolare altre volte sulle veloci ripartenze del san Miniato, che puo’ sfruttare i larghi spazi concessi dai padroni di casa, ma sia Trimboli, che riscatta parzialmente gli errori del p.t., che Matteucci, forse l’unico a meritare la sufficienza insieme a Liperoti, che si è dannato in avanti praticamente da solo, limitano i danni. L’ultimo sussulto è di Liperoti che sfugge agli avversari su un lungo rilancio, ma viene recuperato proprio mentre sta per battere a rete e la palla finisce in corner, che, come i molti battuti in precedenza, resterà senza esito.

Nel finale entrano tutti i componenti della panchina, anche per salvaguardare i difensori rimasti, vista la penuria di questo periodo.

La partita finisce con la meritata vittoria del San Miniato, il quale, se pur favorito dagli errori decisivi dei difensori di casa, ha disputato una gara di ottimo livello, concreta , determinata e che, tolto il primo quarto d’ora, non e’ apparso mai in difficoltà nel gestire il risultato. Sarà sicuramente una delle protagoniste anche in questa stagione con gli elementi sopra citati, innestati in un telaio molto affidabile.

Il Vieusseux double face (quella di ieri sera era la parte scura) è apparso troppo negativo in tutti i reparti e in quasi tutti i propri elementi,  anche quelli di solito piu’ affidabili, anche i giovani  e i subentrati dalla panchina hanno vissuto una serata storta e non sono riusciti a dare la svolta alla gara. Per i primi è una questione di esperienza in un campionato a loro nuovo riepetto ai settori giovanili, per i secondi una questione di condizione atletica da migliorare allenandosi con piu’ continuità.

Troopo belli la settimana scorsa o troppo brutti questa? Per rispondere non ci resta che attendere i prossimi probanti impegni con le due compagini di san Frediano, a partire da Martedì  26 al galluzzo con il Rione.

Giovedì allenamento alla Sancat al quale tutti sono pregati di intervenire per una pronta ripartenza.

A.D.Vieusseux Calcio

 

Lascia un Commento